Milano. Domani la XV Giornata europea dei musei a cielo aperto

In occasione della XV Giornata europea dei musei a cielo aperto, domani, domenica 27 maggio, dalle 10 alle 19, il pubblico potrà scoprire o riscoprire la storia della città attraverso uno dei suoi luoghi più suggestivi, il Cimitero Monumentale di Milano. Un’intera giornata di appuntamenti gratuiti con il teatro, musica, il cinema, le passeggiate tematiche promossa dal Comune di Milano e dal Cimitero Monumentale in collaborazione con ASCE (Association of significant cemeteries of Europe), con il patrocinio della Commissione Europea e della Regione Lombardia e realizzata da Fondazione Milano – Scuole civiche, presente con diplomati e allievi della Civica scuola di Musica Claudio Abbado, della Civica scuola di Cinema Luchino Visconti e della Civica scuola di Teatro Paolo Grassi.

La giornata prenderà il via dal piazzale esterno, da cui partiranno due visite guidate per soddisfare la curiosità di chi si avvicina per la prima volta al Cimitero Monumentale e per chiunque voglia scoprire di più delle bellezze artistiche e del patrimonio di memorie storiche. Con le passeggiate tematiche in compagnia di protagonisti della Milano di oggi il pubblico sarà accompagnato da personaggi milanesi contemporanei alla scoperta del passato: alle ore 10 e ore alle 17 Sergio Rebora, il nuovo curatore artistico del Cimitero Monumentale, guiderà il pubblico alla scoperta della Necropoli, mettendone in luce gli aspetti artistici, storici e le curiosità che qui sono custodite; i matematici Alessandro Russo e Lucia Ladelli, alle ore 11, condurranno un percorso dedicato ai “Matematici al Monumentale”; alle 15:30 Riccardo Fedriga, storico delle idee, guiderà una passeggiata dal titolo “La memoria di pietra”, dedicata alla figura di Umberto Eco; alle ore 16 Ciro Fiorentino, musicista e presidente della Società italiana educazione musicale, a partire dalle sepolture di grandi musicisti parlerà di come musica e arte siano elementi fondanti di una comunità; alle 16:30 lo psicoterapeuta Angelo Juri Aparo e alcuni dei partecipanti al Gruppo della Trasgressione condurranno una passeggiata dal titolo “Voci dal ponte”, dedicata, tra gli altri, a Enzo Jannacci.

Sempre dal piazzale esterno partiranno le visite guidate a tema a cura dei volontari del Servizio civile e del personale dipendente del Cimitero Monumentale: alle ore 10 Massimo Alessandrini guiderà il percorso “Gli artisti ribelli del Monumentale”, alle ore 10:30 Guido Scovino parlerà di “Editoria al Monumentale”, alle ore 11:30 Boriana Valcinova porterà alla scoperta di “Sette scultori, sette capolavori”, alle ore 12 partirà il percorso “Gli angeli del Monumentale” a cura di Caterina Zorzòli e alle ore 14:30 “I capolavori di Butti al Monumentale” a cura di Marta Corengia. Tutte le passeggiate sono gratuite e prenotabili al gazebo a partire dalle ore 9:30 fino al raggiungimento del numero massimo previsto per gruppo. Dalle 10 alle 11, dalle 12 alle 15:30 e dalle 16 sino a fine giornata in sala conferenze si susseguirà la proiezione a cura della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di “Escapin’ Timelandia”, regia mobile diretta da Giulia Migliore (32’). Uno spettacolo di danza progettato e messo in scena da Matteo Bittante per DanceHaus, ripreso e rielaborato in un lavoro visivo realizzato dagli della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, che ne esalta gli aspetti corali e individuali della coreografia e ne conserva l’intenzione artistica. Sempre in sala conferenze alle 11 e alle 15:30 si terrà l’incontro “Facciamo il punto: Brera al Monumentale”, una presentazione dei lavori di restauro svolti dagli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Brera all’interno del Cortile delle Opere Dimenticate.

Il programma teatrale presenta due corti teatrali, scritti e interpretati ad hoc da diplomati della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi. Protagonisti delle brevi pièce sono i sepolti celebri del cimitero che incontrano i cittadini contemporanei creando, attraverso il rito del teatro, un piccolo corto circuito con l’aldilà. Il pubblico milanese può così riscoprire in un modo insolito la propria storia e la propria identità cittadina attraverso nomi che hanno fatto, ognuno a proprio modo e nel proprio ambito, qualcosa di immortale. Nella Galleria superiore di ponente, alle 11 e alle 15, andrà in scena “Aspettando i limoni – l’ultimo concerto degli JagaBrothers” – di Luca Rodella, con Stefano Annoni, Luca Rodella, musiche di Roberto Dibitonto e Francesco Marchetti – dove in un limbo, circondati da strumenti e musicisti, due anime attendono l’arrivo di una risposta. Forse per scherzo del destino o forse per un disegno preciso i due, amici meravigliosi in vita, si trovano costretti ad ammazzare il tempo eterno a suon di canzoni. Un omaggio ai grandi Gaber e Jannacci che qui, comportandosi come i personaggi del Godot di Beckett, battibeccano nostalgici su quanto amara e al tempo stesso gioiosa sia stata la vita vissuta. Tutto questo attraverso i versi più poetici, arrabbiati e buffi delle loro eterne canzoni.

Alle 12 e alle 17 nella Galleria inferiore di Levante, sarà presentato “Batte soltanto l’ala del suo sogno” – di Luca Rodella con Paola Campaner, Erika Marino e Angela Papagni, musiche di Roberto Dibitonto – dedicato a Gaby Angelini, pioniera dell’aviazione durante il regime fascista, che lottò per seguire il suo sogno nonostante la rigida concezione di donna dell’epoca. Un sogno condiviso da ogni essere umano fin dagli albori della civiltà, quasi come un’ossessione innata: librarsi in volo come un uccello. Il sogno, per Gaby, divenne realtà. Il programma musicale a cura della Civica scuola di Musica Claudio Abbado farà risuonare nella splendida cornice del Cimitero note classiche, esotiche e jazz. Alle 12:30 la cappella ospiterà il concerto “Dalla Classica al Choro” di Chitarra duo Tencati-Pace (Guido Pace e Marco Tencati). Il duo presenta una varietà di brani di autori che hanno prodotto le loro opere a partire dai primi del 1700 in Europa, fino ad arrivare ai compositori sudamericani dei giorni nostri. Durante il percorso che si seguirà durante il concerto, il pubblico potrà apprezzare la forte influenza della musica classica nelle sonorità del Choro, una danza sudamericana che sta a significare “pianto, lamento”. Quest’ultima infatti nasce alla fine del XIX secolo, quando in Sud America venivano eseguite danze europee che erano in voga all’epoca. Il Choro, grazie alle sue particolarità ritmiche ereditate dal Tango, sarà poi alle fondamenta della musica Bossanova e Samba che il duo andrà ad eseguire al termine del concerto.

Il concerto di chiusura, previsto alle 18 nel suggestivo piazzale, è affidato ai Civici Corsi di Jazz della Civica scuola di Musica Claudio Abbado, che saranno protagonisti di due momenti: “Talking drums” del gruppo Time Percussion & Voicediretto da Tony Arco composto da Mauro Carafa, Andrea Cattaneo, Jonatan Franceschini, Antonio Matonti, Mattia Pertile, Pietro Scalzo – alle percussioni – Giuseppe Blanco, Alessandro Germini, Alberto Mancini – ritmica – Leonardo Cavalli, Caterina Dolci, Sara Gimigliano, Jasmin Abdel Kader, Emma Lecchi – voci; e “Jazz Stories” dell’omonimo quartetto composto da Marco Vaggi – contrabbasso – Rosarita Crisafi – sax tenore – Giovanni Bergamini – piano – Mattia Pertile – batteria. Novità di questa edizione sarà la presenza di circa venti volontari che hanno aderito al progetto “Volontari Energia per Milano”, promosso dal Comune di Milano con la collaborazione di Ciessevi, che collaboreranno all’accoglienza del pubblico della giornata. Gli appuntamenti che vedranno nuovamente teatro, musica, cinema e passeggiate tematiche raccontare il Cimitero Monumentale e le sue bellezze proseguiranno ogni ultima domenica del mese con la rassegna “Monumentale: Museo a Cielo Aperto”, da giugno sino a ottobre.

Lascia un commento