Digitale. A Milano la visita del commissario europeo Mariya Gabriel

Visita istituzionale a Palazzo Marino del Commissario europeo per l’economia e la società digitali Mariya Gabriel. Ad accoglierla l’assessore Roberta Cocco (Trasformazione digitale e Servizi Civici) che, insieme ai dirigenti della direzione SIAD (Sistemi informativi e Agenda digitale), ha illustrato il Piano di trasformazione digitale del Comune di Milano, raccontando le sfide che attendono l’Amministrazione comunale, gli obiettivi già raggiunti e i traguardi futuri.

“Ringraziamo il Commissario per la sua visita – ha commentato l’assessore Roberta Cocco -, che è per noi un’occasione importante per raccontare la trasformazione digitale di Milano, quali sono le sfide che attendono la nostra città e come intendiamo affrontarle. Come Comune di Milano siamo pronti a mettere a disposizione dell’Europa i nostri progetti e chiediamo alle istituzioni di aiutarci a fare network con le altre città europee per mettere a sistema le nostre best practices”.

Nel corso della presentazione il sindaco Giuseppe Sala ha raggiunto il Commissario Gabriel per un saluto istituzionale. Nella seconda parte del pomeriggio l’assessore Cocco, accompagnata da una delegazione dell’azienda Vodafone, ha presentato il Piano di Sperimentazione 5G che Vodafone realizzerà insieme a Politecnico di Milano e ad altri 28 partner con il sostegno di Comune di Milano, Regione Lombardia e Città metropolitana per sviluppare una tecnologia che consentirà a Milano di accelerare il suo percorso di trasformazione digitale e proiettare la città nel futuro.

A seguire nella Sala dell’orologio la vicesindaco Anna Scavuzzo e l’assessore Cocco hanno introdotto l’incontro “Strategies4NextFuture”. Un’occasione per tornare a dibattere dei temi che hanno animato l’ultima edizione di STEMINTHECITY da una prospettiva internazionale, illustrando al Commissario europeo gli ottimi risultati ottenuti nel corso dell’ultima edizione di StemintheCity e riflettere insieme sulle tappe fondamentali di un percorso mirato a diffondere l’innovazione tra le giovani generazioni e incentivare le ragazze a intraprendere percorsi di studio tecnico-scientifici, superando così gli stereotipi di genere. All’incontro hanno preso parte anche Gaela Bernini, responsabile Area Scienza e sociale di Fondazione Bracco, Donatella Sciuto, Prorettore del Politecnico di Milano e l’onorevole Patrizia Toia.

Lascia un commento