Di Maio e Salvini già litigano su chi deve fare il premier

Forza Italia e Fratelli d’Italia hanno lasciato la Lega al suo destino. Il partito di Matteo Salvini tradisce l’alleanza del centrodestra e si consegna ai grillini. Ma per i leghisti non sarà facile fare i soci di minoranza di Luigi Di Maio. Adesso il M5s ha più forza contrattuale.

I grillini ipotizzano il rilancio di una candidatura alla premiership dello stesso Luigi Di Maio. Il politico napoletano smentisce e conferma la ricerca di un premier terzo. Ma Matteo Salvini punta ufficialmente a fare il premier. “Per me sarebbe un onore guidare il Paese”. Mettere d’accordo due prime donne non sarà facile soprattutto se Di Maio vale il doppio di Salvini sia in termini di percentuale sia di parlamentari.

Oggi ci sarà un nuovo incontro Di Maio-Salvini. “Ho intenzione di incontrare Matteo Salvini, iniziamo dai temi poi i nomi. La cosa importante è il contratto di governo, ci sono soluzioni che gli italiani aspettano da 30 anni” annuncia il grillino. “Mi fa piacere che abbia prevalso la responsabilità. E’ un momento importante”. Per Salvini “rimane da lavorare su programma, tempi, squadra e cose da fare. O si chiude veloce, o si vota”. Il rischio è che il Governo leghista grillino non veda mai la luce. Venerdì il Capo dello Stato in assenza di accordo tra leghisti e grillini è pronto a scongelare il Governo Belloni.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin