Milano. Io Valgo coinvolge bambini e genitori di una prima elementare

È stato ideato dalla volontà di un’insegnante il progetto “Io Valgo”, che sta coinvolgendo bambini e genitori di una prima elementare del Municipio 2 che ogni settimana si incontrano per ‘lavorare’ insieme con l’obiettivo di educare anche i più piccoli ad avere rispetto di sé, prevenendo così trasversalmente la violenza di genere e valorizzando le persone nella propria individualità. Il progetto sperimentale è patrocinato dal Comune di Milano.

Io Valgo è ideato dalla dottoressa Maria Amantea (insegnante, abilitata all’esercizio della professione forense, criminologa, esperta in mediazione civile, commerciale e scolastica), è nato per insegnare ad aver cura di se stessi, a non avere sensi di colpa nel saper dire di no, a non essere accondiscendenti per compiacere gli altri, a comprendere che si ha il diritto di essere felici e che tutti devono avere le stesse opportunità per realizzare i propri sogni. La corresponsabilità educativa tra la scuola e la famiglia si concretizza con la presenza a scuola per due giorni alla settimana dei genitori di ogni alunno per affrontare insieme lezioni interattive e laboratori, grazie a una rete sul territorio che gratuitamente mette a disposizione le proprie competenze.

Il percorso attivato quest’anno, che ha una forte valenza educativa, è solo la prima tappa di un progetto che si svilupperà nel quinquennio e che potrebbe essere attivato anche in altre scuole, con attività che verrebbero calibrate in base all’età dei ragazzi e delle ragazze. Le scuole che vorranno attivarlo, per contribuire a prevenire la violenza di genere, potranno farlo con una richiesta di progettazione, a cui seguiranno un percorso di formazione e l’attivazione di una collaborazione gratuita, alla dottoressa Amantea all’indirizzo mail mariaamantea@libero.it.

Lascia un commento