Pavia. Qui ci abita un antifascista: adesivi su porte e citofoni

La tensione politica è alta ed è tangibile come gli estremisti di destra e di sinistra soffiano sul fuoco. L’ultimo inquietante episodio è avvenuto a Pavia. Numerosi adesivi con la scritta “Qui ci abita un antifascista” sono stati affissi in città.

Stampati con caratteri utilizzati da formazioni dell’estrema destra e con il logo barrato della rete antifascista, i marchi sono stati affissi sulle porte e sui citofoni di attivisti pavesi impegnati contro fascismo e razzismo. A scoprirlo sono stati i diretti interessati, che hanno denunciato il fatto sui social media.

Gli attivisti hanno anche postato sui social immagini del “marchio” trovate sulle porte delle loro abitazioni. “Ecco cosa succede quando si lasciano i neofascisti liberi di aprire sedi, fare manifestazioni e presentarsi alle elezioni, lasciando impunite le loro aggressioni squadriste. Sciogliere subito CasaPound e Forza Nuova” accusano sul web gli attivisti intimiditi.

Giacomo Galazzo

Assessore alla Cultura Giacomo Galazzo

Marchiata anche casa dell’assessore alla Cultura Giacomo Galazzo, esponente di Liberi e uguali, di alcuni attivisti dell’Associazione nazionale partigiani e della Rete antifascista. Sul caso stanno eseguendo accertamenti le forze dell’ordine di Pavia. Secondo una prima ipotesi, la realizzazione degli adesivi e i caratteri utilizzati per la scritta fanno ritenere che si tratti di un’azione organizzata da estremisti di destra.

“Negli anni Trenta fascisti e nazisti marchiavano i negozi degli ebrei. Negli anni 2000 i neofascisti marchiano le case dei cittadini che si sono espressi pubblicamente contro il fascismo” denunciano ancora i diretti interessati.

“Evidentemente le cattive abitudini non passano. Anche perché sono gli stessi di allora, solo se la prendono con soggetti diversi. Questo adesivo me lo sono meritato perché mi sono espresso pubblicamente, anche su questo gruppo, contro il fascismo. E continuerò a farlo più forte di prima, perché è il dovere di ogni cittadino democratico”. Alle vittime dell’intimidazione va la solidarietà da parte di tutta Pavia.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin