Parma avrà un nuovo volto grazie ad interventi anche nelle periferie

Il sindaco Federico Pizzarotti e l’assessore ai Lavori pubblici Michele Alinovi erano presenti a palazzo Chigi, all’atto che porterà all’amministrazione comunale di Parma 18 milioni di euro del cosiddetto “piano periferie”. Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è intervenuto alla firma con i sindaci delle convenzioni per la realizzazione dei progetti di riqualificazione delle periferie che hanno partecipato ad un bando, dell’agosto 2016, che ha premiato 120 progetti di comuni e città metropolitane per un ammontare di due miliardi e 100 milioni di euro.

“Parma torna da Palazzo Chigi con 18 milioni di euro da investire sulle sue periferie, per riqualificare e per restituire alla città luoghi per lungo tempo abbandonati o lasciati nel degrado. È un ottimo risultato frutto di un lavoro intenso. L’obiettivo, per noi, è chiaro e semplice: fare dei nostri quartieri periferici luoghi di aggregazione, vita e partecipazione, e con questi 18 milioni di euro faremo un passo importante in questa direzione” – ha dichiarato il Sindaco Federico Pizzarotti.

Anche l’assessore Michele Alinovi ha espresso soddisfazione per l’importante il traguardo raggiunto: “La firma di oggi garantisce il finanziamento integrale dei progetti candidati alla riqualificazione delle nostre periferie maggiormente bisognose di attenzione in termini di coesione sociale e sicurezza degli spazi pubblici. A questi nuovi luoghi di aggregazione dedicati alla cultura, allo sport e all’associazionismo, viene riservato il compito di contribuire al miglioramento della qualità della vita dei nostri quartieri periferici, eliminando situazioni di abbandono urbano. I primi cantieri prenderanno avvio nell’arco del prossimo anno, rendendo tangibile questo importante risultato che è solo l’inizio di un processo e non un traguardo”.

Parma, è fra i Comuni che riceveranno finanziamenti per la realizzazione di interventi contenuti in sei proposte progettuali di “rigenerazione urbana”. Sei interventi in sei zone della città che verranno riqualificate in una logica di “non consumo di nuovo suolo”, valorizzando ciò che già c’è. Workout Pasubio – Distretto delle imprese creative e rigenerazione urbana – per un costo complessivo opere pari a 4.300.000,00 euro richiesto un finanziamento di 2.327.567,00 euro; Ex Cral Bormioli Rocco – Riqualificazione centro sportivo- per un costo complessivo opere pari a 4.881.090,16 euro, richiesto un finanziamento di 4.027.913,60 euro; Il complesso dell’ospedale Vecchio – Distretto della memoria sociale, civile e popolare – per un costo complessivo opere pari a 7.500.000,00 euro, richiesto un finanziamento di 6.540.260,00 euro; Piazzale Pablo – Riqualificazione dello spazio pubblico – per un costo complessivo opere pari a 1.100.000,00 euro, richiesto un finanziamento di 1.100.000,00; Villa Ghidini Distretto d’eccellenza delle arti audiovisive – per un costo complessivo opere pari a 2.000.000,00 euro richiesto un finanziamento di 2.000.000,00; Rustici podere cinghio Restauro e riuso degli edifici ex rurali – per un costo complessivo opere pari a 3.300.000,00 euro un finanziamento di 2.000.000,00.

F. Pizzarotti

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin