Milano. Un milione per il sostegno all’attività sportiva di base

Il Comune di Milano mette a disposizione un milione di euro per il sostegno all’attività sportiva di base. Palazzo Marino torna protagonista della promozione della pratica sportiva grazie ad un nuovo bando di contributi continuativi che in questo 2017 conferma l’attenzione verso il lavoro delle associazioni e delle società che operano sul territorio, oltre che dei concessionari di impianti di proprietà del Comune. La Giunta Sala ha approvato la delibera con cui si stanziano 750 mila euro a favore di soggetti, associazioni e società sportive, senza fini di lucro e affiliate a Enti riconosciuti dal Coni, e 250 mila euro destinati ai concessionari.

Due le novità sostanziali del nuovo provvedimento: da un lato viene introdotto, tra i requisiti di accesso, l’aver partecipato con proprie squadre di atleti, durante l’anno in corso, a una o più esibizioni, manifestazioni o tornei di carattere ludico-sportivo, propedeutico all’agonismo, pre-agonistico o agonistico, promossi o riconosciuti dalle Federazioni o dagli Enti ad esse affiliati; inoltre, per consentire di accedere ai fondi anche a quelle discipline che, in ragione delle dotazioni tecniche necessarie, risultano maggiormente costose, è stato eliminato il tetto massimo della quota di iscrizione. Entrambe le novità accolgono le segnalazioni arrivate da società e associazioni e sono, quindi, il risultato di quell’ascolto e confronto continui tra l’Assessorato allo Sport e i soggetti che operano sul territorio.

I restanti requisiti rispecchiano i precedenti bandi e prevedono: non avere finalità di lucro, non aver riportato condanne per illecito sportivo, aver svolto attività all’interno del Comune di Milano. L’assegnazione dei contributi coprirà il 50% delle spese ammissibili sostenute nell’arco del 2017, fino a un massimo di 5mila euro. Nell’eventualità di domande che eccedano il totale dei fondi, si procederà alla distribuzione di quanto disponibile tra tutti coloro che risultino avere i requisiti necessari. Si potrà richiedere la contribuzione per le spese di affitto di strutture e/o impianti; per l’acquisto di abbigliamento sportivo, di materiali sanitari, di medaglie, coppe e premi; per l’affiliazione agli organismi che lo richiedono come anche per il tesseramento di propri atleti, l’iscrizione a campionati o a manifestazioni sportive; per le spese di trasferta; per le polizze infortuni o verso terzi.

Il bando è attivo e viene rinnovato dal Comune di Milano fin dal 2005 (dal 2014 è stata introdotta la tranche indirizzata ai concessionari di impianti comunali); ma il fondo, costituito nel 2010 con una quota di 500 mila euro, è stato aumentato negli ultimi anni, con significativo incremento operato dall’attuale Giunta: dai 900 mila euro messi a disposizione nel 2016, si è passati al milione di quest’anno.

Giuseppe Sala

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin