Serie A nona giornata pitagorici ancora deboli in trasferta. Un’altra cinquina subita dal Crotone sul terreno del Marassi

Sampdoria 5
Crotone     0

Marcatori: Ferrari 2°, Quagliarella ( R ) 10°, Zapata 38°, Linetty 70°, Kownacki 75°

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni, Sala, Silvestri, Ferrari, Strinic (Murru), Praet, Torreira, Linetty, Caprari (Kownacki), Quagliarella (Ramirez), Zapata. All. Giampaolo

Crotone (4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Ajeti (Simic), Ceccherini, Pavlovic, Izco, Barberis, Mandragora, Stoian, Budimir, Nalini (Crociata).
All. Nicola

Arbitro: Gianpaolo Calvarese (Teramo)
Ass. Prenna Bindoni – Emanuele Daniele
Quarto giudice: Francesco Fourneau (Roma 1)
Var: Gianluca Manganiello – Niccolò Baroni
Ammoniti: Torreira, Stoian,
Angoli: 5 a 0 per la Sampdoria
Recupero: 2 minuti

La regola del turnover nell’allestimento della formazione, quando si devono giocare diverse partite ravvicinate, non è stata disattesa dai tecnici Giampaolo e Nicola a proposito della sfida sul terreno del Marassi.
Tra i blucerchiati assenti i difensori Bereszynskia, Regini, Verre, Ramirez, sostituiti rispettivamente da Sala, Ferrari (ex pitagorico), Linetty, Caprari.
Nel Crotone fuori Martella (difensore sinistro), Rohden (infortunio durante il riscaldamento), Trotta e Simy (attaccanti), al cui posto sono stati inseriti Pavlovic, Izco, Nalini, Budimir.
Meglio ha fatto il tecnico blucerchiato nella scelta dell’undici iniziale e cambi in corsa d’opera in considerazione del risultato finale. Ciò che alla Sampdoria non è riuscito la passata stagione, battere il Crotone, si è verificato in occasione dell’ultima partita. La formazione blucerchiata, tra le più in forma del momento con cinque vittorie, una sola sconfitta (4-0) subita a Udine, due pareggi, per un totale di diciassette punti su otto incontri (la partita interna con la Roma rinviata), ha avuto vita fin troppo facile contro un avversario inesistente nella prima parte. Troppo fragile la difesa pitagorica nel gioco aereo e nei contrasti sotto la propria porta. Con quest’assetto tattico nessun problema per il difensore Ferrari mettere a segno il suo primo gol stagionale (2° minuto) su assist di Silvestre in seguito ad un calcio di punizione. Difesa pitagorica ancora assente dal rettangolo di gioco sugli affondi degli uomini di mister Giampaolo. Al decimo minuto Ajeti per bloccare Zapata deve ricorrere alle maniere forti in area. Calcio di rigore a favore della Sampdoria confermato da il Var. dagli undici metri Quagliarella realizza il suo primo gol personale al Crotone. Al minuto tredicesimo il pubblico si accorge che Budimir è in campo. L’occasione è dovuta ad una possibile autorete dell’attaccante ospite se la traversa non avesse respinto il pallone colpito di testa. Crotone che pur esiste in campo, nonostante il doppio svantaggio, il ventinovesimo minuto quando Ajeti effettua il primo tiro verso la porta avversaria. Una piccolissima rondine che non annuncia per niente l’arrivo del bel tempo in casa del Crotone. Anzi, al minuto trentottesimo arriva per la Sampdoria il terzo gol con Zapata. Le traverse sembrano essere il forte di Budimir, al minuto quarantasei ne colpisce un’altra, questa volta della porta avversaria. Il pesante passivo costringe Nicola ad operare la prima sostituzione ad inizio ripresa. Fuori il difensore Ajeti, dentro Simic (difensore ma anche centrocampista). Crotone formato 3-4-3 con Stoian attaccante centrale. Tra i blucerchiati fuori la seconda punta Quagliarella ed al suo posto il centrocampista Ramirez per una maggiore copertura a centrocampo. Gli altri cambi, da una parte e dall’altra, per dare la possibilità di giocare senza particolare impegno i subentrati. Dopo Bergamo il Crotone incassa un’altra cinquina e questa volta senza segnare il gol della bandiera. Pitagorici ancora troppo fragili in trasferta. Un solo punto conquistato contro la Spal. Nicola ha di che preoccuparsi con quest’approccio dei suoi in trasferta. Europa League lanciata dai liguri ad inizio stagione non si è momentaneamente bloccata di fronte ai crotoniati. A seguire, mercoledì 25 ottobre ( 20.45) pitagorici ancora in trasferta a Roma per affrontare i giallorossi dell’ex centrocampista Florenzi. Domenica 29 ottobre la sfida sul terreno dell’Ezio Scida contro la Fiorentina di mister Pioli.

9 su 10 da parte di 34 recensori Serie A nona giornata pitagorici ancora deboli in trasferta. Un’altra cinquina subita dal Crotone sul terreno del Marassi Serie A nona giornata pitagorici ancora deboli in trasferta. Un’altra cinquina subita dal Crotone sul terreno del Marassi ultima modifica: 2017-10-21T20:06:05+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento