Milano. Nuove risorse per finanziare le opere pubbliche nel triennio 2017-2019

La Giunta Sala ha approvato l’assunzione di nuovi mutui per 50 milioni di euro, come previsto dal bilancio di previsione 2017-19 votato dal Consiglio Comunale. A questi fondi si aggiungono altri 17,6 milioni di euro che sono il risultato delle economie di precedenti investimenti finanziati da mutui. In totale 67,6 milioni di euro da rimettere a disposizione di nuove opere. Una quota che consentirà al Comune di mantenere il rapporto tra spesa per interessi passivi legati ai mutui ed entrate correnti al 3,9%, entro il limite del 10% fissato per legge.

Grazie alla restituzione di fondi, lo stock di debito complessivo dell’Amministrazione diminuisce di 135 milioni di euro rispetto al 2016, assestandosi a fine anno intorno ai 3,7 miliardi. Per l’accensione dei nuovi mutui, il Comune valuterà la possibilità di avvalersi del “Prestito Flessibile di Scopo”, lo strumento introdotto da Cassa Depositi e Prestiti per gli enti locali e che permette alcuni vantaggi: da un lato disporre della copertura finanziaria per l’intero ammontare degli investimenti approvati, dall’altro commisurare le rate di ammortamento alle somme di cui l’Ente richiederà l’effettiva erogazione (e non all’intero ammontare del finanziamento). Uno strumento che consente, quindi, cospicui risparmi in termini di interessi passivi, con un beneficio sulla parte corrente del bilancio.

Giuseppe Sala

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano. Nuove risorse per finanziare le opere pubbliche nel triennio 2017-2019 Milano. Nuove risorse per finanziare le opere pubbliche nel triennio 2017-2019 ultima modifica: 2017-10-20T01:49:45+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento