Coworking, Makerspace e FabLab: gli incentivi del Comune di Milano

E’ disponibile il bando per ampliare la rete di coworking, Makerspace e FabLab per stimolare lo sviluppo di forme innovative di lavoro, stimolare la nascita di nuove idee e favorire lo scambio tra professionisti di vari settori. Le realtà che non l’avessero ancora fatto, potranno accreditarsi all’Albo qualificato di soggetti fornitori di servizi di coworking, Makerspace e FabLab istituito dal Comune di Milano nel 2014, aumentando così il numero di operatori presenti in città e nelle periferie.

Per le nuove realtà aderenti sono previsti incentivi economici per complessivi 280 mila euro, sino a un massimo di 20 mila euro per ogni operatore, al fine di sostenere la parziale copertura delle spese volte all’acquisto di arredi, attrezzature e il miglioramento degli spazi. Previsti 80 mila euro destinati agli operatori già presenti nell’albo che potranno contare su un contributo sino ad un massimo di 10 mila euro per la sostituzione delle attrezzature o il rinnovo degli spazi o delle infrastrutture di connessione. Ad oggi a Milano sono 64 i soggetti fornitori di servizi di coworking e sono presenti 10 tra Makerspace e FabLab.

lavoro al pc in casa

9 su 10 da parte di 34 recensori Coworking, Makerspace e FabLab: gli incentivi del Comune di Milano Coworking, Makerspace e FabLab: gli incentivi del Comune di Milano ultima modifica: 2017-09-23T00:15:37+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento