Il Centro sportivo Kennedy sarà gestito dalla società Alcione Milano 1952 ASD

Sgomberati gli spazi dell’area adiacente al Centro sportivo Kennedy, a fare rivivere l’impianto sarà la società sportiva Alcione Milano 1952 ASD. Insieme allo sgombero effettuato dalle forze dell’ordine, infatti, l’assessorato allo Sport del Comune di Milano ha provveduto ad affidare subito l’area, garantendone la contestuale presa in carico da parte del nuovo concessionario.

Il Centro sportivo Kennedy Milano

L’impianto Kenendy

Situato in via F.lli Zoia 181 nel Municipio 7, è composto da un campo di calcio a 11 in erba naturale ed un piccolo fabbricato, con spogliatoi e servizi. In passato, era stato affidato alla Polisportiva Libertas A. Carli fino alla scadenza naturale della convenzione, datata al 31 dicembre del 2015. In seguito alla ripresa in carico da parte del Comune, in attesa di decisioni sul futuro affidamento dell’impianto, nell’ottobre 2016, si è verificata un’occupazione abusiva, seguita da regolare denuncia a carico di ignoti da parte di Palazzo Marino.

Per risolvere la situazione di emergenza e ripristinare l’attività sportiva all’interno del centro, l’Amministrazione ha stipulato, il 19 giugno 2017 scorso, una convenzione della durata di un anno, per l’affidamento temporaneo del centro, con la società sportiva Alcione Milano 1952 ASD, già titolare di una convenzione con il Comune che riguarda un’area attigua, costituita da un campo di calcio a 11 in erba sintetica e un campo di calcio a 5. Affiliata alla FIGC, la Alcione conta 30 squadre, tra le quali spicca una formazione che milita in Promozione, coinvolgendo già circa 320 iscritti dai 5 anni all’età adulta. L’affidamento temporaneo, motivato da ragioni di pubblico interesse, permetterà l’immediata rinascita del centro sportivo e il potenziamento delle iniziative già svolte da Alcione, a vantaggio degli sportivi e del territorio di riferimento.

Lascia un commento