Milano. In via Palmanova il primo dei sette nuovi dispositivi di controllo della velocità

Scatta da oggi in via Palmanova il primo dei 7 nuovi dispositivi di controllo della velocità che palazzo Marino aveva previsto di installare sulle strade di Milano dove spesso i limiti già presenti non vengono rispettati, con grande pericolo di incidenti.

L’autovelox di via Palmanova, strada con limite di velocità di 70 km orari, è posizionato per i veicoli che transitano in direzione centro. Un autovelox era già presente in direzione opposta, verso la periferia. Da oggi entrambi i sensi di marcia avranno l’apparecchio per il controllo del superamento dei limiti.

All’installazione di ogni autovelox corrisponde una segnaletica di grande visibilità per allertare gli automobilisti del dispositivo affinché rallentino per adeguare la velocità ai limiti indicati. Oltre ai cartelli previsti dal codice della strada, in prossimità della telecamera vengono posizionati ulteriori cartelli di colore giallo/arancio con la scritta “attenzione autovelox” ai lati delle due carreggiate e dotati anche di luci lampeggianti. In corrispondenza dei cartelli verticali, sul fondo stradale viene riportata in grande la scritta “controllo elettronico della velocità” e anche un cartello di limite di velocità per ciascuna corsia di marcia.

I successivi sei autovelox previsti saranno collocati in modo scaglionato nel periodo compreso tra settembre e novembre. In via Parri (dove il limite di velocità già esistente è di 70km/h) e in via dei Missaglia (limite esistente di 50 km/h) all’autovelox già presente in direzione periferia, si aggiungerà un apparecchio nel senso di marcia opposto. Le località dove, invece, sono previsti nuovi autovelox in entrambe le direzioni sono: viale Fulvio Testi (50 km/h l’attuale limite) e via Virgilio Ferrari, strada con limite a 70 km/h.

Lascia un commento