Al Testaccio l’antologica dell’artista romano Giancarlo Limoni

La prima antologica dell’artista romano Giancarlo Limoni, con 25 quadri di grandissimo formato realizzati tra il 1980 e il 2017, presenta uno dei protagonisti della Nuova Scuola Romana degli anni Ottanta, lanciato da Fabio Sargentini della Galleria L’Attico di Roma.

Giancarlo Limoni mostra al Testaccio Roma

Giancarlo Limoni nasce a Roma nel 1947, dove vive e lavora. Nel 1975 la sua prima personale alla “Galleria della Trinità”. Nel 1983-’84 ha, per un breve periodo, uno studio nel Pastificio Cerere dove Fabio Sargentini vede il suo lavoro e lo invita alla mostra Extemporanea che inaugura il loro lungo sodalizio. Da allora espone in personali e collettive alla Galleria L’Attico di Sargentini. Dal 2000 avvia un più stretto rapporto personale, culturale e professionale con Francesco Moschini, che sfocia in alcune mostre appositamente pensate e progettate per lo spazio di A.A.M. Architettura Arte Moderna di Roma che gli dedica un’importante monografia nel 2013 (Gangemi Editore). Nello stesso anno viene invitato alla rassegna “I Martedì Critici”, al Chiostro del Bramante di Roma. Tra le ultime mostre, le personali all’ARATRO, museo laboratorio dell’Università del Molise (2014) e alla Biblioteca Isontina di Gorizia (2015) e le collettive I martedì critici in mostra, Temple University-Roma (2015); 48. Premio Vasto (2015); C’è chi dipinge (2015) e Unioni civili (2016) a L’Attico.

“Il giardino del tempo” è visitabile sino al 17 settembre presso il Macro Testaccio – Padiglione 9A piazza Orazio Giustiniani 4 da martedì a domenica 14-20 (la biglietteria chiude 30 minuti prima).

Lascia un commento