Il tatoo protagonista a Montecatini Terme

Montecatini Terme si appresterà a vivere a pieno la quarta edizione del Walk In Day, un evento dedicato al tattoo promosso da Capex nell’intera giornata di sabato 22 aprile, al Great Seal Tattoo Lodge di via Balducci. Un’ampia scelta di tatuaggi, nove ore di musica no-stop con dj set e tre assoluti interpreti della specialità. Su queste basi Capex renderà fruibile agli appassionati del tatuaggio quella che già da alcuni anni è consuetudine all’estero, ovvero vivere a pieno una giornata con possibilità di tatuarsi senza appuntamento. Un concetto “importato” nella città termale tre anni fa, con la prima edizione dell’evento.

Centinaia, i temi a scelta: dalla tradizione americana a quella marinaresca, senza dimenticare lo stile floreale e quello ornamentale. Tatuaggi che hanno reso celebre lo studio montecatinese e dove – nella sola giornata dedicata al Walk In Day – non sarà prevista alcuna prenotazione. A tatuare, oltre a Capex, saranno Jack e Jaisy, artisti divenuti parte integrante della programmazione promossa a cadenza semestrale.

“Un’edizione che sta suscitando grande interesse, viste le richieste di informazioni pervenute nel nostro studio – il commento di Capex, promotore dell’evento – quest’anno, oltre al consueto buffet, l’evento sarà accompagnato da nove ore di musica no stop, con dj set. Una valida occasione per conoscere da vicino e vivere in prima persona il Walk In Day, con la possibilità di tatuarsi senza appuntamento”.

Il Great Seal Tattoo Lodge aprirà il 4° Walk In Day alle 10 con chiusura dell’evento prevista per le 19. Nove ore che garantiranno agli appassionati della Valdinievole di vivere dall’interno dello studio una giornata all’insegna di tattoo, food & drink ma soprattutto musica, con il DJ set di Giovanni Magrini.

9 su 10 da parte di 34 recensori Il tatoo protagonista a Montecatini Terme Il tatoo protagonista a Montecatini Terme ultima modifica: 2017-04-19T01:34:26+00:00 da Gabriele Michi
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento