Milano. Riorganizzazione infrastrutturale di Cascina Merlata

Il Consiglio comunale ha dato disco verde all’atto integrativo all’Accordo di programma per la riqualificazione urbana e la riorganizzazione infrastrutturale delle aree di Cascina Merlata. L’Atto comprende la variante al PII Cascina Merlata, il grande piano di riqualificazione in corso nelle aree comprese tra Expo e il Cimitero Maggiore.

Il provvedimento

Si aggiornano e rafforzano gli obiettivi di rigenerazione urbana e senza modificare la capacità edificatoria. Il cambio di destinazione d’uso nasce dalla necessità, espressa dal Collegio di vigilanza dell’accordo stesso, di compensare i ritardi nell’attuazione al PII legati alla realizzazione di un’area di sosta temporanea funzionale ad Expo. Il parcheggio per i bus Granturismo in arrivo all’Esposizione universale, è stato realizzato in un’area ricadente nel Piano di Intervento, resa indisponibile alla società per 2 anni.

Le perizie prodotte dall’Agenzia regionale Lombardia delle Entrate e dal Provveditorato interregionale per la Lombardia e l’Emilia Romagna hanno calcolato che il valore economico legato a questi ritardi (4,96 milioni di euro) è superiore ai benefici legati al cambio di destinazione d’uso oggetto della variante (4,1 milioni di euro). Il Consiglio comunale ha stabilito che i maggiori oneri di urbanizzazione secondaria derivanti dall’approvazione della variante, pari a circa 400 mila euro, saranno destinati a interventi di riqualificazione negli edifici di edilizia residenziale pubblica di proprietà comunale nel quartiere Gallaratese.

Lascia un commento