Roma, nuovo sistema di monitoraggio della stabilità di edifici e infrastrutture civili

I.MODI è il frutto della sinergia tra la Protezione Civile di Roma Capitale e il dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale dell’Università La Sapienza di Roma con il suo Survey Lab. Il programma di monitoraggio ha riguardato in prima battuta il Municipio V e verrà esteso all’intero territorio.

Controllare la stabilità di edifici e manufatti

Il monitoraggio avviene grazie all’integrazione di dati satellitari in 3d (elaborati con una tecnologia d’avanguardia “interferometria differenziale DInSAR”) che misura gli spostamenti con grande precisione – con i rilievi della Protezione Civile sul territorio.

Municipio V

E’ stato scelto come primo oggetto di studio per la particolarità dell’area piena di “cavità diffuse”. L’analisi dei dati ha permesso di realizzare mappe di sintesi dell’intera area, con una banca dati di 19.395 corpi di fabbrica. In questo modo si ha un quadro puntuale e dettagliato delle criticità che possono avere un impatto sulla sicurezza degli edifici.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, nuovo sistema di monitoraggio della stabilità di edifici e infrastrutture civili Roma, nuovo sistema di monitoraggio della stabilità di edifici e infrastrutture civili ultima modifica: 2016-10-28T01:14:21+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento