Firenze, anniversario della nascita di Mario Luzi

Un concerto interamente dedicato alla sua poesia martedì 20 ottobre 2015, alle ore 17.30 al Palagio di Parte Guelfa alla presenza del sindaco. Ingresso libero.
Maria Federica Giuliani (Presidente Commissione Cultura e sport): “Un pomeriggio nel segno e con le parole di Mario Luzi, “immagine esemplare” di poeta. La poesia per Luzi era l’ulteriorità della creazione, quel movimento naturale che non si ferma e a cui è impossibile sottrarsi. La vita d’un uomo, questa la sua poesia”.
Il 20 ottobre 1914 nasceva il poeta Mazio Luzi; nel giorno del suo compleanno il Comune di Firenze lo ricorderà con un concerto interamente dedicato alla sua poesia, messa in musica da sette compositori italiani: Luca Antignani, Alessandro Magini, Alessandra Bellino, Antonio Covello, Federico Gardella, Enrico Correggia, Alessandro Solbiati. Si tratta di composizioni per sei voci femminili soliste e pianoforte eseguite dell’Ensemble Six Voix Solistes (Résonance Contemporaine), diretto da Alain Goudard. L’iniziativa è promossa e sostenuta dal Comune di Firenze, dall’Istituto di Cultura Francese di Firenze, da Résonance Contemporaine (Bourg-en-Bresse, Francia), dalla Regione Rhône-Alpes (Francia), dalla casa discografica EmaRecords. La collaborazione italo-francese vuol essere anche una simbolica testimonianza dello stretto rapporto che legava il poeta fiorentino alla cultura francese. In occasione del concerto sarà presentato il CD “Frasi nella luce nascente” / “Phrases au point du jour” (EmaRecords).
Il concerto, ad ingresso libero, si terrà martedì 20 ottobre, alle ore 17.30 presso la Sala Brunelleschi al Palagio di Parte Guelfa alla presenza del sindaco.
“Frasi nella luce nascente – spiega il maestro Alessandro Magini, compositore ed uno dei coordinatori del progetto – è il risultato del progetto Vola alta parola!, un omaggio a Mario Luzi che ha trovato compimento nel centenario della sua nascita. Nel 2010 Résonance Contemporaine e il suo direttore Alain Goudard, in occasione del quinto anniversario della morte del poeta fiorentino, affidarono a sette compositori italiani la creazione di altrettante partiture, per sei voci femminili e pianoforte, su testi di Luzi, coerentemente collegati da un tema comune; quello della “parola” intesa come vero e proprio personaggio al quale il poeta si rivolge in numerosi componimenti. Parola, dunque, concepita allo stesso tempo come oggetto e soggetto. Parola fatta di parola; non solo concetto che si fa suono, spirito incarnato nel verbo, entità evocata, ma anche intima amica che il poeta interroga senza esigere risposta. Ciascun compositore ha cercato nella parola, nelle frasi, nella poesia di Luzi quella “luce nascente” che, della creazione e della rinascita, è simbolo”.
“Nel 2010 Résonance Contemporaine ha avviato la progressiva costituzione di una rete internazionale per la cooperazione culturale, al fine di favorire le collaborazioni artistiche, la creazione e la circolazione delle opere, lo sviluppo della ricerca, della riflessione, della formazione. Questa cooperazione internazionale – illustra il direttore di Résonance Contemporaine Alain Goudard – si organizza tessendo legami con l’insieme dei suoi attori, avviando azioni e progetti bilaterali in ciascuno dei paesi coinvolti. Il “fare insieme” è l’elemento essenziale per sviluppare nel tempo questa rete di collaborazioni che, attualmente, riunisce sette paesi: Svizzera, Cina, Belgio, Finlandia, Germania, Giappone, Italia”.
La Francia e l’Italia intrattengono da tempo un rapporto privilegiato nell’ambito delle arti, in particolare nel campo della musica. L’obiettivo è quello di rafforzare questo legame, di seguirne gli sviluppi e le mutazioni, di contribuire alla diffusione della musica che attualmente l’Italia produce. In questo contesto è nato il progetto “Vola alta, Parola”, un’occasione per mantenere e ravvivare il confronto fra realtà diverse, un invito a rafforzare la tensione del dibattito artistico-culturale, un’opportunità per rimettere in discussione le nostre ragioni e il nostro pensiero.
Ciascuna delle opere presentate è anche un viaggio nel linguaggio, nella musica delle parole poetiche di Mario Luzi, una musica che vuol farsi ascoltare. E’ questo ciò che ci raccontano i sette compositori riuniti in “Vola alta, Parola” e nel CD “Frasi nella luce nascente” Casa discografica EmaRecords. (s.spa.)
Programma del concerto “Frasi nella luce nascente” / “Phrases au point du jour”

1 : Improvvisazione (6 voix de femmes et piano)
2 : Luca Antignani, Nome – Non Nome, (6 voix de femmes et piano)
3 : Giacinto Scelsi, Chemin du rêve, (piano)
4 : Alessandro Magini, Per Nome, (6 voix de femmes et piano)
5 : Alessandra Bellino, S’apri acqua di roccia, (6 voix de femmes et piano)
6 : Antonio Covello, Rientrata la parola, (pièce électroacoustique)
7 : Federico Gardella, Im Freien zu singen, (6 voix de femmes et piano)
8 : Giacinto Scelsi, Comme un cri traverse un cerveau, (piano)
9 : Enrico Correggia, Voce ancora umana, (6 voix de femmes et piano)
10 : Alessandro Solbiati, Durissimo Silenzio, (6 voix de femmes et piano)

Résonance Contemporaine – L’Ensemble de Six Voix Solistes

Anne-Emmanuelle Davy, soprano
Leila Benhamza, soprano
Heather Newhouse, soprano
Sophie Poulain, mezzosoprano
Christel Boiron, mezzosoprano
Audrey Pevrier, alto
Hélène Péronnet, mezzosoprano
Ancuza Aprodu, pianoforte
Alain Goudard, direttore

L’Ensemble è sostenuto da Ministère de la Culture et de la Communication – DRAC Rhône-Alpes, Conseil Régional Rhône-Alpes, Conseil général de l’Ain, Ville de Bourg-en-Bresse.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, anniversario della nascita di Mario Luzi Firenze, anniversario della nascita di Mario Luzi ultima modifica: 2015-10-17T00:51:25+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento