Al Teatro Don Bosco di Catania, debutta la Compagnia Odèon

FOTO SICILIACon “Miseria e Nobiltà”, si apre ufficialmente il cartellone della stagione teatrale 2015/2016, della Nuova Compagnia Odèon, diretta da Rita Nicotra (nella foto). La brillante opera in due atti, di Eduardo Scarpetta, un mito nella cultura teatrale napoletana, andrà in scena sabato 17 ottobre alle 17,30 e 21,00 e domenica 18 ottobre, alle ore 17,30 e 20,30, al Teatro Don Bosco a Catania.   

Lo spettacolo, curato in regia da Claudio Jacobello, mette in rilievo non una comicità grottesca, legata alla sofferenza della miseria e della fame, ma una comicità in cui la miseria e la fame sono vissute con ironia.

Lo scrivano Felice Sciosciammocca e Pasquale, ridotti in totale miseria, sono convinti dal marchesino Eugenio a fingersi suoi aristocratici parenti per aiutarlo a chiedere la mano della bella Elena, figlia di una ex cuoca arricchita. La messinscena, resa necessaria perché, il padre del marchesino si oppone al matrimonio, è causa di equivoci, litigi e colpi di scena a ripetizione, fronteggiati con destrezza dai sedicenti nobiluomini. Accade di tutto e, nella confusione generale, Felice può persino intravedere la serenità familiare e un futuro con “pasti assicurati “.

In scena Sebastiano Finocchiaro, Mario Calì, Nerina Nicotra, Angela Ursino, Rita Nicotra, Carmelo Marino,  Giancarlo Puglisi, Lucia Messina, Alessandra Caraffa, Mirko Di Stefano, Laura Scuderi.

Completano il cast, per questo primo appuntamento, Vito Mammana, Antonella Ferlito, Maria Cardì, Pina Lauceri, Salvo e Giuseppe Santangelo, Federica Scuderi, Vera Li Pira, Mario Grancagnolo, Simone Bottino, Maurizio Mazzara, Sergio Lo Re,  Carlo Mammana, Bruno Grillo, Martina Duscio.    

9 su 10 da parte di 34 recensori Al Teatro Don Bosco di Catania, debutta la Compagnia Odèon Al Teatro Don Bosco di Catania, debutta la Compagnia Odèon ultima modifica: 2015-10-16T00:16:29+00:00 da Lucio Di Mauro
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento