Vicenza, restauro dei ponti spalmato nel 2016 per non paralizzare la viabilità

“Il restauro dei ponti cittadini che restano da sistemare con i fondi dell’alluvione 2010 sarà completato entro il 2016 nell’ambito di un articolato programma che tiene conto dei periodi di secca dei fiumi e del pesante impatto sulla circolazione cittadina provocato da questi cantieri”.
La decisione dell’amministrazione comunale di spalmare su un tempo piuttosto lungo la programmazione degli ultimi cantieri post alluvione, e di chiedere di conseguenza alla Regione una proroga sulle relative rendicontazioni, è stata comunicata dall’assessore alla cura urbana Cristina Balbi che ha sottolineato come i ponti in attesa di restauro rappresentino delle vere e proprie vie d’accesso al centro storico, e che di conseguenza il cronoprogramma dei rispettivi cantieri sia stato accuratamente incrociato per non rischiare la paralisi della viabilità.
“Tutti i cantieri – ha precisato l’assessore – saranno in ogni caso sospesi dall’1 dicembre al 10 gennaio, per non interferire con il periodo dello shopping natalizio”.
A metà ottobre, non appena sarà stata installata la prevista passerella pedonale, partirà il cantiere del ponte delle Barche. L’intervento, che prevede la chiusura alla circolazione, avrà un primo stop a novembre, per riprendere a maggio e concludersi definitivamente, salvo imprevisti, entro settembre, sfruttando la stagione di secca estiva.
In ottobre partirà anche il restauro di ponte San Michele che, indipendente dal resto dei ponti perché pedonale, sarà di nuovo sotto i ferri da metà gennaio a metà marzo, dopo la pausa natalizia.
Da metà gennaio fino a fine aprile, quindi in un periodo di piogge frequenti, si lavorerà invece sul ponte di viale Margherita sul Bacchiglione, perché il tipo di lavorazioni previste in particolare sulla passerella a sbalzo non richiedono un alveo in secca.
Concluso l’intervento su viale Margherita, che sarà eseguito mantenendo percorribile un senso di marcia, i lavori si sposteranno sul ponte dei Marmi. Qui il cantiere durerà da maggio a settembre, in contemporanea alla seconda tranche dei lavori del ponte delle Barche, con chiusura totale alla circolazione.
Infine, tra giugno e luglio, saranno completate le ultime lavorazioni di ponte Furo.
Al termine dei lavori saranno otto i ponti cittadini rimessi a nuovo, compresi quelli della Piarda e dello Stadio, già restaurati, e quello degli Angeli, il cui progetto è in fase di approvazione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, restauro dei ponti spalmato nel 2016 per non paralizzare la viabilità Vicenza, restauro dei ponti spalmato nel 2016 per non paralizzare la viabilità ultima modifica: 2015-10-02T01:36:51+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento