Vicenza, Scuole alla Riello via tutto il vinil-amianto dai pavimenti e pareti multicolor

Con l’inizio dell’anno scolastico molte scuole di proprietà comunale hanno riaperto i battenti più sicure e funzionali. In altri casi i cantieri proseguiranno anche in concomitanza con l’attività didattica, perché si tratta di interventi che non interferiscono con le lezioni.

L’assessore alla cura urbana Cristina Balbi ha visitato la scuola primaria Riello dove è stato eseguito un radicale intervento di bonifica della vecchia pavimentazione in vinil-amianto, costato 146 mila euro e finanziato dal Ministero dell’istruzione con 95 mila euro, nell’ambito del progetto Scuole sicure.

Utilizzando le economie di cantiere è stato possibile ridipingere le pareti interne dei corridoi e delle aule della scuola che oggi si presenta molto più colorata e accogliente.

“Il progetto di rimozione del pavimento contenente vinil-amianto – ha ricordato l’assessore Balbi – materiale piuttosto ricorrente negli edifici pubblici realizzati nella seconda metà del secolo scorso, rientra in un più ampio programma di bonifica che abbiamo programmato secondo un principio di massima precauzione, benché le indagini abbiano escluso in modo assoluto qualsiasi dispersione di fibre d’amianto nell’ambiente. Ad oggi abbiamo già effettuato la sostituzione dei pavimenti delle scuole materne Malfermoni, Piccoli, Lattes e Stalli e delle primarie Colombo e, appunto, Riello. L’anno prossimo interverremo alla materna di Polegge e, successivamente, alle primarie Zanella e Lioy e alla materna Lampertico”.

Il sopralluogo dell’assessore Cristina Balbi alla scuola Riello è stata l’occasione per fare il punto sui cantieri scolastici conclusi durante l’estate e su quelli ancora in corso o già programmati entro fine anno.

Nelle scorse settimane è stato completato il rifacimento degli infissi della scuola primaria Pertile, per un costo di 66.600 euro, cofinanziato per il 70% dal Ministero dell’Istruzione, sempre nell’ambito del progetto Scuole sicure.

Analogo finanziamento ha permesso di allestire i nuovi controsoffitti della scuola primaria Fraccon, nell’ambito di un progetto del valore di 66.800 euro che comprende anche la sistemazione di un servizio igienico, mentre per altri due blocchi bagni sono stati previsti 5 mila euro per la sostituzione delle porte.

Alla materna Stalli, con una spesa di 57 mila euro, è stato sostituito il pavimento in vinil-amianto, mentre per quanto riguarda la primaria Zanella sono stati impiegati 25 mila euro per la manutenzione del cortile.

Alla scuola primaria Lioy, invece, sono stati completamente rifatti gli impianti e le opere murarie dei servizi igienici, compresa la nuova realizzazione di un servizio per disabili, per un totale di 40 mila euro finanziati con mutuo.

Un importante intervento è stato realizzato nei mesi scorsi anche alla scuola primaria Giovanni XXIII dove, con un investimento complessivo di 285 mila euro, sono state realizzate opere murarie, eseguiti interventi di risanamento e effettuata la sostituzione degli infissi esterni.

Quanto agli impianti sportivi a servizio delle scuole e della comunità, si sono conclusi i lavori alla palestra della scuola secondaria di primo grado Santa Maria Nova . La palestra è stata realizzata con 660 mila euro finanziati con la vendita del complesso di San Rocco. Entro metà ottobre, inoltre, saranno completati i due spogliatoi per ragazzi e i due per gli insegnanti, con i relativi servizi, per una spesa di 335 mila euro, finanziati in parte con mutuo e in parte con fondi della vendita di San Rocco.

Inoltre alla palestra della scuola secondaria di primo grado Ambrosoli per una spesa di 90 mila euro finanziata con mutuo sono stati sostituiti il controsoffitto, le luci e gli aerotermi.

Senza interferire con le attività didattiche, alla scuola secondaria di primo grado Trissino comincerà ai primi di ottobre per concludersi a metà novembre l’intervento di sostituzione di tutto il sistema di illuminazione con luci a led a basso consumo per un importo di circa 125 mila euro finanziato con mutuo.

Entro dicembre inizieranno invece i lavori definitivi previsti per ottimizzare l’inserimento e la convivenza della primaria e della secondaria di primo grado nella scuola Ghirotti di Laghetto, restituita al Comune dalla Provincia e già operativa da settembre grazie alla realizzazione di alcuni interventi di prima necessità, come l’installazione di protezioni nei parapetti, la manutenzione di servizi igienici, l’allestimento di lavelli per la mensa scolastica e lo sfalcio dell’erba. Il cantiere che partirà a novembre prevede l’installazione di un ascensore, l’adeguamento di parte dell’aula magna ad aula mensa per le elementari, la predisposizione di ingressi differenziati, interventi ai serramenti e ai bagni.

Infine, sono cominciati nell’ultima settimana di agosto i lavori del valore di 900 mila euro per adattare lo stabile nel complesso dell’Ulss 6 in corso San Felice in vista del trasferimento dell’asilo nido di San Rocco, previsto durante le prossime vacanze di Natale.

Lascia un commento