Dal porto di Pisa a Montecarlo in canoa, l’impresa di Edouard Giannotti

In canoa dal Porto di Pisa a Montecarlo, per raccogliere fondi a favore della ricerca contro la retinite pigmentosa. È l’impresa, sportiva e benefica, di Edouard Giannotti, giovane monegasco con la passione per il canottaggio, partito dalle acque del bacino del Porto di Pisa.

“Un’avventura – racconta Giannotti – nata dal bisogno di trovare il modo migliore di ringraziare il Dott. Philippe Ballerio, per aver aiutato mio padre in un momento difficile”. Edouard, che si allena da un anno tra Montecarlo e Firenze, ha scelto infatti di sostenere con la sua impresa l’associazione Formi Coer, devolvendo a suo favore il ricavato dello sponsor Generali.

Presenti  alla partenza anche il presidente dello Yacht Club di Monaco, Gilbert Vivaldi, e la fidanzata di Edouard, Caterina, il cui nome campeggia sul fianco della canoa coastal rowing che lo accompagnerà nel suo viaggio di 340 Km.

Arrivo a Montecarlo previsto per il 1° ottobre, condizioni meteo permettendo, dopo aver fatto tappa a Porto Venere, Rapallo, Varazze, Alassio, Imperia e Bordighera.

9 su 10 da parte di 34 recensori Dal porto di Pisa a Montecarlo in canoa, l’impresa di Edouard Giannotti Dal porto di Pisa a Montecarlo in canoa, l’impresa di Edouard Giannotti ultima modifica: 2015-09-28T00:08:19+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento