Napoli, arrestato Raffaele Rende responsabile del ferimento del poliziotto Nicola Barbato

Raffaele Rende, 27 anni, è stato individuato in un appartamento nella zona orientale di Napoli. Deve rispondere di duplice tentativo di omicidio, estorsione aggravata, detenzione e porto abusivo di arma, tutti reati aggravati dalle modalità mafiose.

Il ventenne è stato trovato nel quartiere di San Giovanni a Teduccio. Si trovava a casa di lontani parenti e non era armato. Per catturare Rende, indicato fin dal primo momento come il responsabile del ferimento di Barbato, è scattata la caccia all’uomo, con battute e ricerche a Napoli e in gran parte della Campania.

“Abbiamo catturato presunto autore del tentato omicidio del nostro poliziotto di #Napoli. Ora è in questura. #Statopiùforte ancora una volta”. Così in un tweet il ministro dell’interno Angelino Alfano.

Prima dell’inizio di Napoli-Juventus, i calciatori azzurri hanno esposto in campo uno struscione con la scritta “Forza Nicola”, esprimendo la loro vicinanza all’agente in borghese ferito gravemente.

9 su 10 da parte di 34 recensori Napoli, arrestato Raffaele Rende responsabile del ferimento del poliziotto Nicola Barbato Napoli, arrestato Raffaele Rende responsabile del ferimento del poliziotto Nicola Barbato ultima modifica: 2015-09-27T01:55:24+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento