Napoli, arrestato Raffaele Rende responsabile del ferimento del poliziotto Nicola Barbato

Raffaele Rende, 27 anni, è stato individuato in un appartamento nella zona orientale di Napoli. Deve rispondere di duplice tentativo di omicidio, estorsione aggravata, detenzione e porto abusivo di arma, tutti reati aggravati dalle modalità mafiose.

Il ventenne è stato trovato nel quartiere di San Giovanni a Teduccio. Si trovava a casa di lontani parenti e non era armato. Per catturare Rende, indicato fin dal primo momento come il responsabile del ferimento di Barbato, è scattata la caccia all’uomo, con battute e ricerche a Napoli e in gran parte della Campania.

“Abbiamo catturato presunto autore del tentato omicidio del nostro poliziotto di #Napoli. Ora è in questura. #Statopiùforte ancora una volta”. Così in un tweet il ministro dell’interno Angelino Alfano.

Prima dell’inizio di Napoli-Juventus, i calciatori azzurri hanno esposto in campo uno struscione con la scritta “Forza Nicola”, esprimendo la loro vicinanza all’agente in borghese ferito gravemente.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin