Il Comune di Milano e MM Spa si impegnano per la salvaguardia del personale di Aler

Palazzo Marino e Regione Lombardia hanno condiviso la stipula di un Accordo che prevederà nell’arco di 24 mesi (prorogabili di ulteriori 12) l’assunzione di un massimo di 40 lavoratori che da Aler passeranno alla divisione Casa di Mm Spa, per integrare e potenziare le risorse che si occupano della gestione del patrimonio abitativo di edilizia residenziale pubblica di proprietà del Comune di Milano.

Le linee di indirizzo dell’Accordo, che verrà sottoscritto nelle prossime settimane, sono contenute in una delibera approvata dalla Giunta comunale.

“La crisi di Aler – spiega l’assessore alla Casa Daniela Benelli – ha toccato molte persone. Al futuro dell’Azienda è legato, non solo quello delle oltre 60mila famiglie milanesi che vivono nelle case di sua proprietà, ma anche quello dei suoi lavoratori. Ricordo, infatti, che uno dei punti del piano di risanamento messo in campo dalla Regione riguarda proprio la riduzione del personale, con licenziamenti collettivi. Con questo accordo il Comune potrà salvaguardare una parte dei lavoratori di Aler, tutelando la professionalità e le competenze maturate nella gestione delle case popolari”.

In particolare l’Accordo prevede la definizione di una procedura di assunzione da parte di MM Spa di personale di Aler Milano, da adibire a ruoli amministrativi e tecnici e ai servizi di custodia. I lavoratori saranno assunti a seguito di apposita selezione da parte di MM, sulla base di elenchi che verranno forniti da Aler su base volontaria e con il riconoscimento di incentivi economici da parte di Aler stessa.
I lavoratori e le lavoratrici dovranno avere un’anzianità di servizio di almeno 3 anni ed un tempo di lavoro prima della maturazione del diritto al pensionamento non inferiore a 5 anni.

L’inserimento di questi operatori è coerente con il piano di assunzioni già avviato da MM Spa per la gestione del patrimonio abitativo del Comune di Milano e, in particolare, consentirà di potenziare la presenza sul territorio milanese delle sedi MM, migliorando e incrementando i servizi di ascolto e contatto all’utenza.

Lascia un commento