Alla Fiera del Levante di Bari la promozione dei prodotti lucani

“Definiamo insieme le priorità del prossimo Programma di sviluppo rurale per la promozione dei prodotti di qualità e proviamo a capire come realizzare bandi mirati, cosa sostenere e a quali traguardi puntare”.

Lo ha sostenuto alla Fiera del Levante di Bari l’assessore regionale alle Politiche agricole, Luca Braia, nel corso del seminario formativo-informativo “Qualità in campo”, dedicato ai regimi di qualità comunitari dei prodotti agricoli e alimentari nel nuovo Programma di Sviluppo Rurale Basilicata 2014|2020 (Psr), tenuto nello spazio della Regione Basilicata (‘Percorso Lucano’ in viale Adriatico 114).

All’incontro hanno inoltre preso parte i dirigenti del Dipartimento politiche agricole, i referenti del Psr 2014/2020 e i rappresentanti dei Consorzi di tutela e valorizzazione dei prodotti lucani di qualità.

Sono intervenuti il dirigente generale del Dipartimento Politiche agricole, Giovanni Oliva che ha evidenziato come l’attività del Dipartimento è rivolta a realizzare quei sistemi capaci di elevare gli standard qualitativi mantenendo inalterate le differenziazioni creando ricchezza e rilanciando il tessuto sociale delle campagne; Vittorio Restaino, Autorità di gestione del Psr che ha illustrato le misure di sostegno per il comparto contenute dal nuovo Psr; Ermanno Pennacchio dirigente dell’Ufficio valorizzazione delle produzioni agroalimentari che ha illustrato i contenuti del regolamento Ue 1151/2012 sui regimi di qualità comunitari dei prodotti agricoli e alimentari. Utili alla riflessione anche gli interventi di Francesco Battifarano, presidente del Consorzio Mater Doc, Giuseppe Masturzo, presidente del Consorzio di Tutela Dop Vulture e Michele Monetta, presidente di Con.pro.bio i quali, nel riconoscere al Dipartimento Politiche agricole un impegno positivo nell’affrontare le questioni relative al comparto, hanno esortato la Regione Basilicata al massimo coinvolgimento per le azioni da intraprendere nel futuro anche attraverso un apposito tavolo di confronto.

Tra i numerosi appuntamenti in corso di svolgimento in Fiera del Levante a Bari, nello spazio organizzato dal Dipartimento Politiche agricole e forestali della Regione Basilicata, grande successo per le dimostrazioni di lavorazione del Pane Igp di Matera a cura del Consorzio Pane di Matera e per le degustazioni che hanno visto numerosi visitatori fermarsi incuriositi a scoprire la bontà di un prodotto simbolo di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e della Basilicata tutta.

“I prodotti lucani sono qualitativamente cresciuti – ha affermato l’assessore Luca Braia chiudendo i lavori del seminario – e lo testimoniano i tanti marchi di qualità Doc, Igt, Docg, Dop e Igp ottenuti e il recente successo dell’Audizione pubblica per il nuovo disciplinare del Pane di Matera IGP. Per tali motivi i propositi della Regione anche attraverso il nuovo Psr, in un contesto internazionale sempre più competitivo vanno nella direzione della creazione di un associazionismo tra i produttori per proporre panieri consistenti che colleghino identità e qualità al territorio. L’obiettivo è penetrare con sempre maggiore intensità nei mercati italiani ed esteri. Per il futuro Regione e consorzi dovranno svolgere un’azione congiunta di promozione dei nostri prodotti di qualità perché solo in tal modo si riesce a incidere realmente in un contesto commerciale qual è quello dell’agroalimentare, caratterizzato sempre più da grosse concentrazioni di produttori. L’intento è quello costruire un modello di sviluppo agricolo regionale forte e inclusivo, competitivo e diversificato, che faccia leva sul connubio tra la configurazione geografica e le peculiarità storico sociali per puntare su un modello agroalimentare in grado di valorizzare la diversità della Basilicata”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Alla Fiera del Levante di Bari la promozione dei prodotti lucani Alla Fiera del Levante di Bari la promozione dei prodotti lucani ultima modifica: 2015-09-20T00:01:41+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento