La Città metropolitana consegna l’Istituto Malpighi a Crevalcore

A tre anni dal terremoto la Città metropolitana di Bologna consegna al Comune di Crevalcore l’Istituto Istruzione superiore M. Malpighi. L’inaugurazione è in programma domenica 13 settembre, a partire dalle 10.30, in occasione dell’apertura dell’anno scolastico 2015/2016.

I lavori di ristrutturazione, miglioramento sismico e efficientamento energetico eseguiti sotto la direzione dei tecnici della Città metropolitana di Bologna, sono stati realizzati con fondi regionali dedicati alla ricostruzione. In particolare, sul fronte del miglioramento dell’efficienza energeticadell’intero plesso scolastico, è stato installato sulla copertura dell’edificio prefabbricato di 100 mq un nuovo impianto fotovoltaico aggiuntivo rispetto a quello esistente (potenza nominale pari a 18,50 kW), per una produzione annua di 17.300 kWh. L’energia prodotta dalla conversione fotovoltaica dell’energia solare sarà in gran parte utilizzata dall’Istituto scolastico e la restante quota verrà rimessa in rete per beneficiare dell’incentivazione alla produzione di energia elettrica.
È stata inoltre realizzata una nuova centrale termica sostituendo il vecchio generatore di calore alimentato a gas metano, con una nuova caldaia a condensazione a gas metano con potenzialità di 550 kW. La nuova centrale è stata dotata di un sistema di regolazione e di gestione che permette il monitoraggio continuo dello stato di funzionamento di ogni organo meccanico ed elettrico, rilevando eventuali malfunzionamenti nonché lo stato di usura del componente dell’impianto.

L’Istituto dotato di 15 aule, 13 aule polivalenti/laboratori, un’aula magna, una sala insegnanti, sette uffici e un archivio, offre gli indirizzi Tecnici di moda, meccanica-meccatronica ed energia e l’indirizzo di istruzione professionale Assistenza e Manutenzione. Il Malpighi di Crevalcore rappresenta un’importante fucina di professionisti per le aziende che operano sul territorio metropolitano e non solo.

L’edificio, realizzato nel 1930, di proprietà del Comune di Crevalcore è in gestione alla Città metropolitana di Bologna e si trova nel centro del paese. L’immobile, soggetto a vincolo della Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio dell’Emilia-Romagna, nel corso degli anni è stato oggetto di 3 ampliamenti: nel 1960 (ampliamento edificio storico), nel 1980 (corpi centrali) e nel 1990 (edifici prefabbricati).
A seguito degli eventi sismici che hanno colpito prevalentemente il territorio emiliano il 20 e 29 maggio del 2012, il complesso scolastico ha subito notevoli danni alle strutture portanti tanto da renderlo inagibile (ad eccezione del corpo centrale di collegamento realizzato come ampliamento collegamento negli anni ’80.

I lavori eseguiti sull’edificio rientrano negli interventi di miglioramento sismico previsti dalla Regione Emilia-Romagna.
Il costo totale dell’intervento risulta di 2.416.326,05 di Euro, finanziato per 1.793.279,02 Euro con contributo regionale e per 623.047,03 Euro con fondi della ex Provincia di Bologna.

Lascia un commento