Milano, alla festa dem contestato il Ministro Stefania Giannini

Stefania GianniniUn gruppetto di insegnanti ha contestato il Ministro dell’Istruzione, che a Milano ha partecipato alla festa dell’Unità. Non appena il ministro ha detto che è stato firmato il decreto alternanza scuola-lavoro uno dei docenti che fanno parte del comitato “3 ottobre” ha gridato “questo è sfruttamento”.

Nel corso del dibattito sono continuate le contestazioni degli insegnanti, che a un certo punto hanno anche intonato “Bella ciao”. Quando il dibattito è finito hanno scandito “dimissioni”, “dimissioni”.

Sulla riforma della buona scuola “il tempo sarà galantuomo, lo dico a chi oggi contesta politiche che mettono al centro l’istruzione e danno strumenti concreti per il diritto allo studio”, ha risposto il ministro dell’Istruzione a chi l’ha contestata. “Vedremo fra qualche anno – ha aggiunto – se questi strumenti ribalteranno o meno le sorti di questo Paese”. “Da nord a sud – ha concluso – ho sentito sempre gli stessi slogan, che potevano essere di vent’anni fa, gli slogan andrebbero aggiornati con i contenuti di oggi e le famiglie lo capiscono”.

Lascia un commento