Costituita Rete Democratica il comitato di Possibile per la Provincia di Potenza

A comunicarlo i componenti del comitato Valentino Sarli, Ivan Vito Santoro, Vitantonio Carriero, Vincenzo Videtta, Domenico Roberto Rizzi, Giambattista Mele, Biagio Gallucci, Giovanni Marino, Michele Donato Scatamacchia, Fundone Vincenzo, Fundone Carmine, Giorgio Donato, Andrea Rossi, Aquino Rocco.

“I componenti del comitato, sostengono piena adesione alla raccolta referendaria lanciata dal movimento ‘Possibile’ condividendone non solo i temi degli otto referendum proposti, ma soprattutto la volontà di restituire ai cittadini la sovranità che hanno smarrito, rispetto a quanto successo in Parlamento in questi due anni – continuano i promotori- Se si vuol restituire credibilità alla politica è necessario che si spazzi via il clima verticistico e autoreferenziale della politica attuale e che si restituisca la sovranità al popolo. I temi dei referendum hanno la finalità di mettere un freno alle storture legate all’Italicum, al Jobs Act, allo Sblocca Italia, alla Buona Scuola.Tre grandi temi, divisi in otto quesiti, per un’unica grande campagna che il neo comitato provinciale di Potenza intende sostenere”.

“Nei prossimi giorni -spiegano i componenti del comitato, calendarizzeremo i banchetti, il primo si terrà nella giornata di sabato ad Avigliano e nei prossimi giorni anche nella città capoluogo nonchè negli altri comuni della provincia di Potenza su cui possiamo contare sul supporto di referenti. Raccoglieremo firme a sostegno degli otto referendum visionabili sul sito www.possibile.com e che abbracciano quattro grandi temi: la democrazia e la sovranità popolare;la riconversione ecologica dell’economia;la tutela dei diritti dei lavoratori e la tutela della docenza e dell’apprendimento”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Costituita Rete Democratica il comitato di Possibile per la Provincia di Potenza Costituita Rete Democratica il comitato di Possibile per la Provincia di Potenza ultima modifica: 2015-08-29T01:24:54+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento