Federica Mogherini a Modena in occasione della quarta edizione della Summer School

L’Alto rappresentante per gli Affari esteri dell’Unione europea Federica Mogherini sarà a Modena in occasione della quarta edizione della Summer School, la scuola di Alta formazione intitolata all’europarlamentare modenese Renzo Imbeni.
La vicepresidente della Commissione europea nominata lo scorso febbraio, dopo aver ricoperto il ruolo di Ministro degli Esteri del Governo italiano, Mogherini ha accettato l’invito rivolto dal Comune di Modena che promuove il corso di formazione avanzata sull’Unione europea, in collaborazione con l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, la Fondazione Collegio San Carlo e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. L’Alto rappresentante dell’Ue per la Politica estera parteciperà alla prima giornata di lavori della Summer School in programma dal 10 al 15 settembre. Con i trenta studenti del corso, selezionati tra ben 150 candidati, dialogherà su temi inerenti le relazioni tra l’Unione europea e il resto mondo.
“La partecipazione di Federica Mogherini – afferma il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli – è un onore e un piacere per la città e conferma il ruolo e la credibilità che la Summer School ha saputo conquistarsi. Tra l’altro, avviene proprio in occasione del decimo anniversario della morte di Renzo Imbeni, che nei dieci anni di vicepresidenza del Parlamento Europeo ha dato un decisivo contributo al delicato processo di co-decisione. Tema di questa nuova edizione della Summer School – continua il sindaco – è il ruolo dell’Unione europea nel mondo, durante tutte le sessioni di lavoro, che restano aperte al pubblico, ci sarà pertanto modo di affrontare temi di forte attualità: dal terrorismo internazionale agli aiuti umanitari, dalle relazioni europee con il bacino del Mediterraneo alle politiche per l’immigrazione”.
Giovedì 10 settembre ad aprire l’edizione 2015 della Scuola di Alta formazione sarà il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.
Ricchissimo il programma delle sessioni che vedranno protagonisti figure di altissimo profilo istituzionale. Da Sandro Gozi, sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei Ministri a Pierre Vimont, segretario generale esecutivo del Servizio europeo per l’azione esterna; dal direttore di Limes Lucio Caracciolo al vicepresidente del Parlamento europeo David Sassoli, dal modenese Antonio Missiroli, direttore European Union Insitute for Security Studies al vicedirettore dell’Istituto Affari Internazionali Nathalie Tocci, solo per citare alcuni degli oltre trenta relatori tra i quali anche l’eurodeputata modenese Cécile Kashetu Kyenge.
L’edizione 2015 della Summer School Renzo Imbeni ha ottenuto l’alto patrocinio del Parlamento europeo, il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del Comitato delle Regioni dell’Unione europea, della Regione Emilia-Romagna e della Rappresentanza in Italia della Commissione europea e la collaborazione del Consiglio italiano del Movimento europeo.
Come per le precedenti edizioni, anche quest’anno il corso si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Lascia un commento