Vicenza, contrassegno disabili dal 15 settembre quello arancione non vale più

Dal 15 settembre il contrassegno di sosta di colore arancione per le persone con disabilità non sarà più valido. Lo ricorda il settore Mobilità e trasporti che da lunedì 24 agosto amplierà l’orario di apertura dello sportello per consentire alle circa 800 persone che a Vicenza sono ancora in possesso del vecchio permesso di sostituirlo con il nuovo pass di colore azzurro.
Il nuovo contrassegno unificato disabili europeo (CUDE) di colore azzurro, in vigore dal 2012, prevede l’apposizione di una foto formato tessera del titolare, della sua firma e di un ologramma adesivo che contribuiscono ad attestare la veridicità del permesso e a contrastare, di conseguenza, abusi e falsificazioni.
A Vicenza il 70% dei circa 2500 titolari del permesso è già in possesso del nuovo contrassegno. Tutti gli altri cittadini interessati sono invitati a presentarsi personalmente (non sono previste deroghe) all’ufficio gestione della mobilità e permessi del settore Mobilità e trasporti del Comune di Vicenza, in piazza Biade 26, portando con sé il vecchio tagliando arancione, due fototessera recenti e un documento d’identità.
La consegna del nuovo tagliando azzurro, che riporterà la stessa scadenza del vecchio, avverrà immediatamente, senza costi per il richiedente.
Per facilitare le operazioni di sostituzione, da lunedì 24 agosto fino al 15 settembre compreso, l’ufficio gestione della mobilità e permessi sarà aperto a Palazzo Uffici, in piazza Biade 26, con orario ampliato: da lunedì a giovedì dalle 9 alle 12.30; martedì anche dalle 16.30 alle 18 (solo su prenotazione on line); giovedì anche dalle 16.30 alle 18.
Per informazioni:
0444221150 (lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 10).

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, contrassegno disabili dal 15 settembre quello arancione non vale più Vicenza, contrassegno disabili dal 15 settembre quello arancione non vale più ultima modifica: 2015-08-22T01:27:56+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento