Milano, via libera al nuovo salario accessorio Polizia locale

Con una delibera approvata dalla Giunta Pisapia, l’Amministrazione comunale dà il via libera al nuovo salario accessorio della Polizia locale, garantendo così gli stipendi dei lavoratori, compreso l’aumento previsto dall’intesa di aprile 2015. Si conclude così il lungo percorso di confronto sindacale – iniziato un anno fa – volto a ridefinire la parte economica del salario accessorio ferma dal 2001.

La delibera, che ha ottenuto il parere favorevole dei revisori dei Conti, è la proposta discussa e integrata fino al 6 agosto al tavolo negoziale con le organizzazioni sindacali: rende quindi pienamente operativa l’intesa raggiunta lo scorso aprile per le indennità e il sistema degli incentivi per la Polizia locale, con alcune parziali modifiche sulla base delle osservazioni degli organi di controllo. Si mantengono quindi i livelli retributivi, rendendo efficace l’incremento deciso ad aprile.

“Questo atto coniuga i vantaggi per i lavoratori della Polizia locale con la possibilità di garantire al meglio i servizi per i cittadini – hanno spiegato gli assessori Chiara Bisconti (Personale) e Marco Granelli (Polizia locale) -. Riconosce il valore professionale del Corpo e l’elevato livello delle prestazioni che esso assicura alla città, all’interno di un sistema di sicurezza che vede impegnate tutte le Forze dell’Ordine, come evidenziato anche negli autorevoli interventi di questi giorni del Ministero dell’Interno e del Prefetto. Rimane il rammarico per aver dovuto procedere a un atto unilaterale dopo un lungo e costruttivo confronto con i sindacati”.

“Siamo soddisfatti per aver potuto riconoscere ai nostri vigili la specificità della loro azione a Milano – concludono gli assessori Bisconti e Granelli – e aver messo finalmente in sicurezza il loro salario, scongiurando così il rischio di blocco nei pagamenti di alcune voci dello stipendio”.

Lascia un commento