Roma, al via bando per concessione Sala Troisi

sindaco Marino tiburtinaE’ stato pubblicato il bando per l’assegnazione della sala Troisi – ex cinema Induno – per lo svolgimento di attività culturali nel settore cinematografico. L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di promuovere il riuso di locali e spazi inutilizzati del proprio patrimonio immobiliare al fine di sostenere un’ offerta culturale, formativa, di sperimentazione multimediale, rivolta in particolare ai giovani.

La struttura si trova in via Gerolamo Induno 1 (all’interno dell’ex-GIL), nel Municipio I, e comprende una sala cinematografica da 298 posti, gli spazi per l’accesso del pubblico, la biglietteria, i locali destinati all’attrezzatura tecnica per la proiezione e i servizi igienici.

“E’ un bando atteso da molte realtà culturali cittadine – ha dichiarato l’assessora al Patrimonio Alessandra Cattoi – perché da anni il complesso cinematografico della Sala Troisi era in disuso. Restituire al quartiere e alla città questo spazio e consentire la sua fruizione migliore aprendolo anche al di fuori dei comuni orari di spettacolo è un obiettivo che abbiamo fortemente perseguito”.

E’ stato necessario attendere che “il Tar si pronunciasse sulla legittimità della riacquisizione forzosa dell’immobile da parte dell’Amministrazione – ha spiegato Cattoi – per poter procedere alla valorizzazione di un bene così strategico per Roma Capitale”.

Possono partecipare al bando: enti morali, associazioni, fondazioni, organizzazioni di volontariato, onlus o altri soggetti giuridici senza scopo di lucro che svolgono attività prevalente nel settore della produzione e promozione culturale, cinematografica e multimediale. Le domande di partecipazione vanno presentate entro le ore 12 di venerdì 9 ottobre 2015, presso gli Uffici del Dipartimento Patrimonio, Sviluppo e Valorizzazione, in piazza Giovanni da Verrazzano, 7 – 00154 Roma.

“Gli spazi chiusi della città devono tornare a vivere, per i cittadini ed i quartieri in primis”, ha affermato l’assessora alla Cultura Giovanna Marinelli che ha inoltre sottolineato: “E’ un percorso che stiamo portando avanti anche per altri luoghi fondamentali della città come il Cinema Aquila, con un bando che si è chiuso da poco, e Teatri in Comune, con un bando in scadenza il 3 settembre prossimo, con la convinzione che la cultura è linfa vitale per i nostri territori”.

Lascia un commento