Casaleone, ventenne legato e imbavagliato dopo essere stato picchiato selvaggiamente

Il marocchino di 28 anni, residente a Casaleone, nel Veronese, è stato legato e imbavagliato dopo essere stato picchiato selvaggiamente, e minacciato di morte da alcuni spacciatori.

Il nordafricano è stato segregato dopo che aveva fatto da mediatore per tre connazionali per la vendita di una partita di hashish, poi fuggiti senza pagare la droga.

L’immigrato è stato liberato dai Carabinieri, intervenuti su segnalazione del fratello.

Lascia un commento