Roma Giubileo, primi interventi per 50 milioni

Riqualificazione stradale, interventi su viabilità, mezzi pubblici, verde, aree di pregio, bagni pubblici e periferie, questi i punti centrali del primo piano di interventi di Roma Capitale per il Giubileo della Misericordia, presentato in Campidoglio dal sindaco Ignazio Marino, insieme al vicesindaco, Marco Causi, e all’assessore ai Lavori Pubblici, Maurizio Pucci.

Per questi lavori il Governo ha sbloccato 50 milioni di euro dal patto di stabilità, che si aggiungono ai 150 già precedentemente sbloccati. Si parte con un primo lotto di interventi che dovranno terminare prima della conclusione dell’anno, con una spesa da effettuare entro il 31 dicembre.

“Abbiamo deciso di concentrarci su viabilità, decoro, verde e trasporto pubblico – ha premesso il sindaco Ignazio Marino – quattro obiettivi chiave di questa nuova fase della Giunta, nella convinzione che tutto quello che faremo dovrà essere utile a turisti e pellegrini ma anche a migliorare la qualità della vita quotidiana dei cittadini”.

Previsti interventi su pavimentazione stradale, marciapiedi, caditoie, segnaletica per le zone di ingresso a Roma su rotaia (riqualificazione delle aree delle Stazioni di San Pietro e Ostiense); per i collegamenti delle aree basilicali (riqualificazione di Via delle Fornaci e di piazza di Porta Cavalleggeri). Manutenzione straordinaria, invece, sull’asse da Lungotevere Diaz fino a Lungotevere Testaccio.

In programma anche la riqualificazioni di zone di particolare pregio (via Zanardelli, via della Mercede, piazza della Repubblica, via del Banco di Santo Spirito, via Cesare Battisti, via IV Novembre, Largo Magnanapoli, viale delle Mura Latine, viale di Porta Ardeatina, via Appia Antica e largo dei Martiri delle Fosse Ardeatine). Rifacimento di pavimentazione, segnaletica e decoro per i ponti sul Tevere (Cavour, Umberto I, Sant’Angelo, Vittorio Emanuele) e nella galleria PASA (Principe Amedeo di Savoia-Aosta).

Verranno realizzati inoltre percorsi pedonali giubilari, con abbattimento delle barriere architettoniche e attivazione di bagni pubblici. La manutenzione straordinaria interesserà anche il verde pubblico, con il ripristino di sentieri, sagomatura delle siepi, cura della vegetazione, sistemazione dei muretti e installazione di nuovi arredi. I lavori riguarderanno i giardini di Castel Sant’Angelo, della Basilica di San Giovanni in Laterano, di Santa Croce in Gerusalemme e di San Paolo fuori le mura. Un intervento specifico è programmato per il parco di Colle Oppio.

Per quel che attiene al trasporto pubblico, gran parte dei finanziamenti sarà investita sulla manutenzione e riqualificazione delle linee tranviarie. Prevista la realizzazione di nuove banchine per la sicurezza dei viaggiatori, l’ammodernamento della rete e l’adeguamento degli impianti.

“Stiamo mettendo in atto quell’operazione di ricucitura urbana di cui abbiamo parlato tante volte”, ha commentato il sindaco Marino, “sono soluzioni che nel tempo migliorano la vita della nostra città e che riaffermano la visione di una città che cambia e che si muove sempre di più su ferro”.

L’assessore Pucci ha sottolineato che “per tutti gli interventi saranno fatte delle gare con il Siproneg (Sistema informativo procedure negoziate) e i lavori saranno soggetti a controlli a sorpresa, in corso d’opera, affidati ad una task force dedicata”.

Lascia un commento