Bologna, storie di miniere e di emigranti, per ricordare le vittime di Marcinelle

Sabato 8 agosto varie iniziative in memoria delle vittime di Marcinelle, nell’anniversario della strage avvenuta l’8 agosto 1956 nella miniera di carbone Bois du Cazier, in Belgio.

Alle 11, cerimonia di commemorazione presso il cippo nel Giardino Vittime di Marcinelle, di fianco alle sede del Quartiere. Saranno presenti Simone Borsari – Presidente del Quartiere San Donato, Leonardo Barcelò – Consigliere comunale e Presidente Regionale FILEF (Federazione Italiana Lavoratori Emigranti e Famiglie), Angela Iacopetta – Associazione Culturale Italo-Belga “Bologna-Bruxelles A/R”.

Alle 11.45 nello spazio GRAF, in piazza Spadolini 3, presentazione del libro “Storia dell’immigrazione italiana in Belgio – il caso del Limburgo” di Sonia Salsi. Sarà presente l’autrice, etno-antropologa nata e cresciuta in Belgio da emigranti italiani.

A conclusione della giornata, lo spettacolo dell’Associazione Culturale Youkali “Sogni e speranze dell’Italia che partiva” alle 21 in piazza Spadolini. Un viaggio attraverso documenti e canzoni che ritraggono l’Italia degli emigranti tra la fine dell’Ottocento e gli anni ’70 del Novecento. Le canzoni e le testimonianze drammatizzate dalla voce di Simona Sagone saranno accompagnate dai musicisti Salvatore Panu alla fisarmonica e Mirco Mungari alla chitarra.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bologna, storie di miniere e di emigranti, per ricordare le vittime di Marcinelle Bologna, storie di miniere e di emigranti, per ricordare le vittime di Marcinelle ultima modifica: 2015-08-07T00:41:56+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento