Vicenza, Notturni palladiani a Palazzo Barbarano

Giovedì 6 agosto a Palazzo Barbarano di contra’ Porti il penultimo appuntamento estivo con gli orchestrali della OTO in versione cameristica. In programma musiche di Milhaud, Brahms e Reinecke. Ingresso 5 Euro.

La rassegna estiva dei “Notturni palladiani” con i giovani musicisti della OTO a Palazzo Barbarano prosegue – giovedì 6 agosto – con il quinto appuntamento della serie, interamente ambientato nella “vecchia” Europa. Protagonisti della serata tre orchestrali che anche nella prossima stagione sinfonica, recentemente presentata, siederanno fra le fila dell’Orchestra del Teatro Olimpico.

Agnese Maria Balestracci, 23enne violinista versiliese di Pietrasanta, si è diplomata con il massimo dei voti all’Istituto “Franci” di Siena ed ha successivamente frequentato vari corsi di perfezionamento. Prima di entrare a far parte dell’Orchestra del Teatro Olimpico ha suonato con altre prestigiose orchestre (fra le quali la Giovanile Italiana di Fiesole e la Cherubini di Piacenza) e si esibisce regolarmente con il Quartetto Sincronie di Roma.

Diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio di Bologna, il clarinettistaEdoardo Di Cicco è attualmente impegnato nel percorso di perfezionamento alla Scuola di Musica di Fiesole e a Roma con Calogero Palermo (primo clarinetto dell’Opera). Nel 2014 ha vinto il Concorso internazionale “Mercadante”.

Claudia Rigoni, triestina di 24 anni, dopo la laurea triennale al Conservatorio della città giuliana sta ora frequentando il biennio interpretativo e varie masterclass con i migliori specialisti di corno. Fra le precedenti esperienze professionali sono da ricordare quelle con l’Orchestra Nazionale dei Conservatori, l’International Symphony Orchestra di Brema e l’Orchestra Giovanile Italiana.

Giovane – classe 1990 – è anche la pianista che affiancherà i tre orchestrali della OTO nella serata di giovedì. Nata a Massa Marittima, Greta Francesca Guasconi ha ottenuto l’anno scorso, con il massimo dei voti, la laurea di II livello e vanta già numerose esperienze nel repertorio cameristico in formazioni dal duo al quartetto.

L’itinerario musicale disegnato dai tre musicisti per l’appuntamento al chiaro di luna di Palazzo Barbarano parte dalla Suite per violino, clarinetto e pianoforte di Darius Milhaud, uno dei più importanti rappresentanti del Novecento storico, brano del 1935 fortemente influenzato dai ritmi sudamericani tanto cari al compositore marsigliese.

Seguirà il Trio per violino, corno e pianoforte op. 40 di Brahms (1865 l’anno della composizione), capolavoro che evidenzia in tutta la sua solarità la passione profonda che l’autore nutriva per il corno.

In chiusura di serata Edoardo Di Cicco, Claudia Rigoni e Greta Francesca Guasconi eseguono il Trio per clarinetto, corno e pianoforte di Carl Reinecke, musicista tedesco conosciuto maggiormente per aver a lungo diretto la Gewandhaus di Lipsia (e per il suo altrettanto lungo impegno didattico) più che per la copiosa attività di compositore, che ha comunque lasciato un segno importante nella storia della musica del XIX secolo.

I “Notturni palladiani” sono una realizzazione di OTO e Palladio Museum e rientrano nell’ampio carnet di proposte culturali estive del Comune dal titolo “L’Estate a Vicenza. Palcoscenico urbano”. In caso di maltempo il concerto si terrà alla stessa ora presso la Chiesa di San Gaetano a Vicenza.

Ingresso euro 5. Prenotazioni e prevendite presso l’Orchestra del Teatro Olimpico (Vicolo Cieco Retrone, 24 tel. 0444 326598, e-mail segreteria@orchestraolimpico.it) ed il Palladio Museum di Contrà Porti 11 (tel. 0444323014).

Lascia un commento