Roma, pulizia caditoie da settembre il piano con i lavoratori in mobilità

caditoie puliziaScatta il 1° settembre il piano per la rimozione dello sporco accumulato in oltre 70 mila tra caditoie e “bocche di lupo” (le prese d’aria di sottoscala e locali interrati), un problema di manutenzione urbana tra i più urgenti per Roma. Il piano, messo a punto dall’Assessorato capitolino ai Lavori Pubblici, prevede l’impiego di lavoratori che beneficiano di sostegno al reddito (mobilità, cassa integrazione).

Il primo passo sarà la mappatura delle caditoie e delle “bocche”, distinguendo tra tipi diversi per dimensioni, profondità, tipo di griglia, eventuale presenza di sifone. Il lavoro di disostruzione procederà con 200 operatori al giorno in mini-squadre di due, coordinate da supervisori e dotate di mezzi adeguati: 50 carretti, aspiratori automatici, altri strumenti manuali. Precise le stime su tempi e modalità d’intervento: circa 800 al giorno tra caditoie e bocche di lupo, tempo medio di lavoro per ogni caditoia tra i 20 e i 30 minuti.

Il personale proverrà dalle fila dei lavoratori inoccupati che ricevono forme di sostegno economico. Saranno selezionati con avviso pubblico e inseriti in due diversi profili (supervisore, operatore). Come compenso percepiranno la differenza tra le paghe previste per le mansioni svolte e gli assegni che ricevono come sostegno al reddito.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, pulizia caditoie da settembre il piano con i lavoratori in mobilità Roma, pulizia caditoie da settembre il piano con i lavoratori in mobilità ultima modifica: 2015-07-31T00:02:32+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento