Kfar Douma, il piccolo palestinese ​Ali Saad Dawabsheh morto nell’incendio appiccato da coloni israeliani

nablusOrrore in Cisgiordania dove un neonato palestinese ha perso la vita nell’incendio che si è sviluppato nella sua abitazione nel villaggio di Kfar Douma, vicino a Nablus.

Il rogo sarebbe stato appiccato da alcuni coloni israeliani che avrebbero incendiato anche un’altra abitazione. Tre familiari del piccolo, che si chiamava ​Ali Saad Dawabsheh (di soli 18 mesi) sono rimasti gravemente feriti e ricoverati all’ospedale di Nablus e poi trasferiti in Israele. Tra questi c’è anche il fratello di 4 anni di Ali.

I coloni avrebbero lanciato bombe molotov contro la casa per poi scrivere sui muri, con bombolette spray, delle frasi inneggianti alla “vendetta” e “lunga vita al Messia” prima di fuggire. Secondo i testimoni il padre è riuscito a salvare la moglie e l’altro bimbo ma non è riuscito ad individuare nel fumo e nel buio il più piccolo Ali.

Secondo un testimone palestinese i coloni hanno rotto le finestre prima di gettare dentro le molotov per poter essere certi che gli ordigni incendiari sviluppassero le fiamme all’interno della casa e non si limitassero a danneggiare i muri della casa.

Lascia un commento