Milano Expo 2015, in 20 giorni 314 volontari con la spilla

Dopo 20 giorni e 5 incontri conoscitivi il programma di volontariato diffuso Volontari Energia Per Milano raggiunge 500 richieste e 314 volontari attivi. Abitano tutti nella Città Metropolitana di Milano, anche se alcuni vengono da altre città: Firenze, Roma, Perugia, Partinico, Solaro, Termoli. Hanno come età media 44 anni, i più giovani sono appena maggiorenni, ma ci sono volontari di 77 anni. Si dividono in 174 donne e 140 uomini. Le lingue parlate in totale sono 27, oltre alle classiche inglese, francese, spagnolo, tedesco ci sono anche volontari che parlano malese, hindi, ebraico, norvegese, svedese, indonesiano, ceco, danese peruviano e giapponese.

“I milanesi amano e sono orgogliosi della loro città e anche se la quotidianità lascia davvero poco tempo con il volontariato diffuso sperimentiamo una nuova formula di partecipazione.  In poco tempo siamo riusciti ad attrarre persone che vogliono testimoniare presenza, ospitalità, accessibilità e voglia di partecipare a un evento che ci sta coinvolgendo tutti come Expo. Il mio grazie a tutti coloro che si mettono in gioco e indossano la spilla” dichiara Marco Granelli Assessore alla Sicurezza e Coesione sociale, Volontariato.

Dei quasi 500 candidati, uomini e donne non tutti domiciliati della provincia di Milano, 203 sono alla loro prima esperienza di volontariato.
Con i volontari sono stati fatti degli incontri di conoscenza e “formazione” per condividere tutte le informazioni necessarie per prestare la propria attività di accoglienza: una sitografia di riferimento sempre aggiornata e accessibile attraverso smartphone, tablet e altri supporti analoghi.
Tutti i volontari in servizio sono invitati a far parte di una social community attraverso la quale potranno conoscersi, dialogare, scambiarsi informazioni e consigli e lo staff potrà informarli sulle novità del progetto e sulle novità della città.

Un’idea del Comune di Milano che in collaborazione con Ciessevi (Centro Servizi per il volontariato Città Metropolitana di Milano) si è rifatta ad alcune esperienze internazionali per lanciare il “volontariato diffuso”, una forma di disponibilità agli altri leggera, capillare, flessibile. Non serve cambiare le abitudini di vita né ritagliare del tempo in giornate già troppo affollate. Si può essere volontari della città di Milano lungo il tragitto casa ufficio, andando a fare la spesa, portando i bambini al parco, passeggiando per la città e valorizzare così la propria conoscenza del territorio. Basta indossare una spilla con l’indicazione delle lingue parlate per diventare un punto di riferimento per i turisti. I Volontari con la spilla non sono guide ma cittadini pronti a dare informazioni utili per orientarsi a Milano.

Tutti possono candidarsi, basta registrarsi su volontarienergiapermilano.it, sarà il Comune di Milano a convocare e “accompagnare” chi ha dato la sua disponibilità per un incontro nel quale verranno fornite tutte le informazioni necessarie a svolgere l’attività e sarà stretto il “patto” reciproco tra l’Amministrazione e il volontario, che riceverà gli elementi identificativi e inizierà la propria avventura civica.
In questi giorni sono stati aperti i profili social dell’iniziativa così da poter dare sempre più visibilità e supporto ai volontari.

Facebook: Volontari Energia per Milano
Twitter: @VEPMilano
Hashtag: #VolontariEnergiaPerMilano.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento