Roma, si è impiccato in cella Ludovico Caiazza il killer del gioielliere Giancarlo Nocchia

Il tossicodipendente napoletano di 32 anni è stato trovato impiccato in una cella del carcere romano di Regina Coeli. Secondo quanto si è appreso il suicidio sarebbe avvenuto nella tarda serata di domenica.

Secondo quanto si è appreso, Ludovico Caiazza era da solo in cella ed era arrivato nel reparto di Grande sorveglianza del carcere di Regina Coeli. L’allarme è scattato intorno alla mezzanotte. All’arrivo di un’ambulanza del 118 per lui non c’era più nulla da fare.

Per uccidersi Ludovico Caiazza avrebbe usato un un pezzo di lenzuolo. A trovarlo morto nella cella gli agenti della polizia penitenziaria durante un controllo dei detenuti.

L’uomo, che era già tra i sospettati dai Carabinieri, aveva lasciato Roma la sera del delitto facendo perdere le sue tracce anche alla compagna e ai familiari. Ad incastrarlo era stata una telefonata fatta ad un amico di Latina nella quale spiegava di voler tornare a Roma per poi ripartire.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, si è impiccato in cella Ludovico Caiazza il killer del gioielliere Giancarlo Nocchia Roma, si è impiccato in cella Ludovico Caiazza il killer del gioielliere Giancarlo Nocchia ultima modifica: 2015-07-20T01:46:07+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento