Lucca, tornano gli appuntamenti dedicati a Giacomo Puccini

Dopo i felici esiti della prima edizione di Lucca i giorni di Puccini nel 2014, primo anno del festival in occasione del 90° anniversario della morte del celebre maestro lucchese,  la Fondazione Puccini, il Comune di Lucca e il Teatro del Giglio, consolidano il rapporto con la figura di Giacomo Puccini. La seconda edizione di un festival diventa un appuntamento fisso dei programmi culturali della città dedicati al grande maestro. Il festival trova la sua naturale collocazione a Lucca, città natale di Giacomo Puccini, che raccoglie l’eredità del maestro e la proietta in una manifestazione con eventi di respiro internazionale. Il festival si apre il 20 novembre e lega grazie al nome di Puccini esperienze musicali varie e diverse: dalla lirica alla musica da camera, dalla musica sacra all’improvvisazione al jazz.
La presenza di Josè Carreras all’interno del programma degli appuntamenti sottolinea il calibro dell’edizione 2015. Di questo celeberrimo tenore, uno dei tre immortali insieme a Placido Domingo e Luciano Pavarotti, non è possibile riassumere fama e carriera in poche righe. Il suo legame affettivo con Puccini e Lucca è stretto e reale: sono di Puccini i ruoli che lo hanno consacrato quale artista di statura internazionale e, proprio la nostra città lo vide agli inizi della carriera giovane interprete di un’acclamata Bohème insieme a Katia Ricciarelli, avvio dei suoi strepitosi successi. Nel programma del festival, assieme a Carreras interpretano Puccini artisti come Daniela Dessì, Stefano Bollani, Maria Luigia Borsi, Giuseppe Gipali, il Quartetto della Scala e molti altri.
Il programma vasto e intenso, permetterà di assaporare ancor di più, l’atmosfera particolare ed esclusiva dedicata a Puccini, grazie alle numerose collaborazioni con le realtà musicali e culturali del territorio che hanno contribuito a stendere il programma per l’edizione 2015. Lucca i giorni di Puccini – Lucca Puccini Days torna quindi a intrecciare preziose relazioni per rendere accessibile un’offerta culturale di altissimo livello attorno alla figura e all’arte del Maestro lucchese.
La vendita dei biglietti di Lucca i giorni di Puccini – Lucca Puccini Days  inizierà il 21 luglio.

HIGHLIGHTS DAL PROGRAMMA 2015
Madama Butterfly – 20 e il 22 novembre, Teatro del Giglio – Il primo evento dei principali appuntamenti musicali del festival, coincide con l’apertura della stagione lirica del Teatro del Giglio: Madama Butterfly va in scena nella ripresa dell’allestimento 2004 del Teatro del Giglio, che celebrò questo titolo in occasione del centenario dell’opera. Oggi torna in un’interpretazione rigorosa e di grande impatto, con una qualità espressiva e intensità teatrale di primo livello. Punte di diamante, la Cio-Cio San di Maria Luigia Borsi, e il Pinkerton Giuseppe Gipali, due artisti di casa nei grandi teatri del mondo, come il Covent Garden di Londra, alla Staatsoper di Vienna, la Cincinnati Opera e il San Carlo di Napoli. Orchestra e coro della Toscana, direttore Valerio Galli, regia Sandro Pasqualetto. Coproduzione Teatro del Giglio di Lucca, Teatro Goldoni di Livorno, Teatro Sociale di Rovigo, Teatro Municipale di Piacenza, Teatro Comunale Pavarotti di Modena.
Nessun dorma – 29 novembre, Teatro del Giglio – Il concerto è un programma originale, progettato in esclusiva per il nostro festival e centrato sulle parti corali del repertorio pucciniano, dalle celebri Turandot, Tosca, Butterfly, Manon Lescaut alle meno note ma parimenti importanti pagine da Edgar e Le Villi. Coro e orchestra Lucca, I giorni di Puccini, direttore Marco Balderi.
Recital di Daniela Dessì + Archi all’opera – 8 dicembre, Teatro del Giglio – Ecco per Lucca, I giorni di Puccini la straordinaria Daniela Dessì. Insieme a questa soprano che è una delle interpreti di più alto livello del repertorio pucciniano in Italia e nel mondo, sono sul palco i prestigiosi Archi all’opera, il quintetto composto dalle prime parti dell’orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, veri e propri virtuosi, per un’atmosfera strumentale eccezionale su cui si innesta l’esibizione del celebre soprano.
Messa in Fa maggiore di Michele Puccini – 12 dicembre, Teatro del Giglio – Un evento raro e speciale, che porta in scena la musica del padre di Giacomo Puccini. È a Michele Puccini, direttore dell’Istituto musicale di Lucca, organista della Cattedrale di San Martino, compositore, insegnante, che si deve l’inizio dell’esperienza musicale del figlio, culminata nel successo che tutti conosciamo. Protagonisti della serata il Coro della Cappella Santa Cecilia di Lucca e l’Orchestra da Camera Luigi Boccherini, diretti da Luca Bacci.
Quartetto della Scala – 19 dicembre, Auditorium del Suffragio – Non poteva mancare un concerto strumentale dedicato a Puccini, affidato ai solisti di primissimo livello del Quartetto della Scala. Un’occasione unica per tornare al rigore della partitura originale e approfondire la scrittura di un grandissimo compositore qual era Puccini, nel contesto di grande delicatezza regalato dall’habitat cameristico.
Stefano Bollani, pianoforte – 22 dicembre, Teatro del Giglio – Arriva al Giglio tutto l’appeal di Stefano Bollani con il suo pianoforte. Istrionico, informale, comunicativo e straordinariamente trasversale: non ci sono esempi nel panorama internazionale di un artista parimenti ammirato e rispettato sia nel jazz, sia nei concerti classici per pianoforte e con grandi orchestre. Bollani porta con sé una grande creatività, un desiderio continuo di giocare e stupire: il suo recital sarà un viaggio fatto di fantasia e passione tra le arie e le melodie pucciniane.
José Carreras – 10 gennaio, Teatro del Giglio – L’attesissimo e imperdibile gran gala di chiusura, il recital del tenore José Carreras accompagnato al pianoforte da Lorenzo Bavaj: una serata tutta per la lirica con uno dei suoi massimi interpreti, nella dimensione intima e coinvolgente del canto puro.

Lascia un commento