Vicenza, assestamento di bilancio 2 milioni e 600 mila euro in più

Impulso alle opere più urgenti, tra cui strade, marciapiedi, scuole, palestre, e realizzazione di nuovi progetti in ambito culturale, di sicurezza idraulica e di decoro urbano. Lungo queste due direttrici la giunta comunale ha disegnato l’impianto di un assestamento di bilancio del valore di 2 milioni e 600 mila euro.

“Soldi freschi e subito spendibili – ha spiegato il sindaco Achille Variati, che ha presentato la manovra insieme all’assessore alle risorse economiche Michela Cavalieri e all’assessore alla cura urbana Cristina Balbi – che derivano da utili Aim pari a 700 mila euro e dall’avanzo di amministrazione una tantum di 2 milioni e 900 mila euro, generato da un accurato lavoro tecnico legato al passaggio alla contabilità per cassa. Di tali somme, pari a 3 milioni e 600 mila euro, abbiamo deciso di spendere soltanto 2 milioni e 600 mila euro, conservandone prudenzialmente 1 milione per eventuali necessità che potrebbero manifestarsi nei prossimi mesi in relazione all’andamento delle entrate, ad oggi comunque in linea con le previsioni, del futuro ancora incerto del patto di stabilità e delle nuove sorprese che potrebbe riservarci in autunno la legge di stabilità”.

In questa manovra estiva che sarà sottoposta entro fine mese al consiglio comunale, la giunta comunale ha destinato 2 milioni e 400 mila euro al rinvigorimento degli investimenti. “Solo” 200 mila euro saranno attribuiti alla spesa corrente, che beneficerà anche di 110 mila euro del fondo di riserva, “per mantenere – ha precisato il sindaco – l’efficientamento organizzativo ottenuto con grande impegno dalla struttura comunale in sede di definizione del bilancio di previsione”.

Sul fronte della spesa corrente, in particolare, 100 mila euro andranno alla Fondazione Teatro Comunale che, con oltre 200 giorni di spettacoli all’anno e tra le pochissime fondazioni italiane con bilancio in attivo, riceverà così un’importante aiuto dal Comune a fronte di minori contributi da parte degli altri soci, ed in particolare della Regione.

“Quanto ai 2 milioni e 400 mila euro destinati agli investimenti – ha spiegato l’assessore alle risorse economiche Michela Cavalieri – per 1 milione di euro serviranno a realizzare opere completamente nuove, per 1 milione e 200 mila euro andranno a ridurre l’accensione di mutui, contribuendo ad abbattere l’indebitamento comunale che dal 2009 ad oggi abbiamo dimezzato, portandolo da 102 a 54 milioni di euro, e per 200 mila euro permetteranno di realizzare interventi altrimenti finanziabili soltanto in seguito a ricavi da alienazioni”.

“Nell’elenco delle nuove opere finanziate con 1 milione di euro – ha aggiunto l’assessore alla cura urbana Cristina Balbi – trovano posto progetti culturali, di sicurezza idraulica e di lotta al degrado cittadino”.
All’allestimento dell’ala Novecentesca di Palazzo Chiericati saranno infatti destinati 250 mila euro; 80 mila euro serviranno a realizzare importanti lavori di manutenzione a palazzo San Giacomo, sede della Biblioteca Bertoliana; 50 mila euro consentiranno di intervenire sulla chiesa di San Lorenzo. Per completare la messa in sicurezza idraulica del centro storico, 250 mila euro saranno impiegati per costruire un rialzo arginale della sponda del Bacchiglione lungo il parcheggio Fogazzaro; 100 mila euro saranno impiegati nella manutenzione di impianti sportivi e palestre; ben 180 mila euro saranno destinati al ripristino di cartelli e segnali abbattuti o danneggiati da sconosciuti lungo le strade e le piste ciclabili; 70 mila euro permetteranno di realizzare puntuali interventi di decoro urbano, tanto in centro storico quanto in periferia.

“Significativo per realizzare subito opere prioritarie – ha aggiunto l’assessore alla cura urbana Cristina Balbi – è anche poter evitare i tempi tecnici dell’accensione di nuovi mutui per lavori che complessivamente ammontano a 1 milione e 200 mila euro, a cui si aggiungono 200 mila euro che non dovranno più provenire da ricavi da vendite di patrimonio comunale”.

Questa disponibilità immediata di fondi consentirà di intervenire su strade e marciapiedi per 300 mila euro, nella manutenzione e nell’efficientamento energetico di scuole ed edifici comunali per 500 mila euro, a completare con 60 mila euro l’area archeologica della Basilica Palladiana, la cui valorizzazione gode anche di un finanziamento regionale, a realizzare con 50 mila euro il progetto di messa in sicurezza della Torre Bissara, a realizzare nuovi interventi sul verde stradale (100 mila euro), sull’illuminazione pubblica (130 mila euro), per lavori di sistemazione di opere di sostegno stradale (150 mila euro) e per allestire il centro aggregativo dei Ferrovieri (90 mila euro).

Infine, in sede di assestamento, vengono aggiornate le partite di giro relative tra l’altro alla realizzazione di progetti comunitari: “L’amministrazione comunale – ha commentato il sindaco Achille Variati – quest’anno è coinvolta in sei nuovi progetti comunitari del valore di 1 milione e 600 mila euro, di cui 500 mila destinati ad entrare direttamente nelle casse comunali in caso di ottenimento del via libera da Bruxelles. E’ un ottimo segnale, perché sono convinto che quella dei progetti europei sia la vera strada da intraprendere per accedere a finanziamenti importanti di cui i Comuni italiani hanno finora saputo raccogliere soltanto poche briciole”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, assestamento di bilancio 2 milioni e 600 mila euro in più Vicenza, assestamento di bilancio 2 milioni e 600 mila euro in più ultima modifica: 2015-07-12T00:06:02+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento