Pisa, al porto di Boccadarno sbarca la nave della solidarietà

Al Porto di Marina di Pisa è ormeggiata una nave particolare. Una nave ospedale dotata di tutto il necessario per eseguire interventi chirurgici, visite mediche, primi soccorsi e consulti. Elpis, questo il suo nome, è una nave chirurgica, come ci spiega il dott. Grillai, lunga 25 metri e dotata di una sala chirurgica, una sala multifunzionale e un laboratorio per le transaminasi. La sua missione è quella di portare professionalità, cure mediche, pronti interventi e sostegno ad una popolazione, quella delMadagascar, che vive ancora oggi in piccoli villaggi ai limiti della sopravvivenza, dove si muore per malattie curabili come la diarrea, infezioni, ustioni e crisi respiratorie, che la mancanza di risorse economiche rendono tali.

Il progetto nasce dall’idea, e dal responsabile, medico chirurgo, Giancarlo Ungaro, Vice presidente dell’Associazione Trapani O.N.L.U.S che dal 2000, anno di fondazione dell’Associazione, porta avanti il progetto medico-sanitario di assistenza in quelle parti povere del mondo dove c’è assoluta necessità di una mano professionale. Ungaro collabora con il Madagascar fin dai tempi della prima missione, nel lontano 1999, e per oltre 15 anni ha sempre cercato, insieme ai volontari e agli infermieri, nonchè gli altri enti aderenti al progetto, di portare cure, farmaci, attività di chirurgia, visite mediche e attività di screening, solo per citarne qualcuna, ad una popolazione che, nonostante sia finita la dittatura nel 2002, vive ancora oggi in un clima molto incerto e sopratutto, povero.

La nave ospedale Elpis è ora in viaggio lungo le coste italiane per diffondere il progetto. Partita da Trapani, città che ha visto nascere il progetto, si è fermata nei porti di San Vito Lo Capo, Palermo, Messina, Civitavecchia, Marina di Pisa e proseguirà poi per Cagliari e Favignana.

Tutto l’intero progetto si basa sul volontariato. Oggi, sabato 11 luglio, al “Ristorante Fuori onda” di Marina, si terrà una cena di beneficenza per la missione sanitaria. Un appello a chiunque sia interessato a sostenere questa piccola grande idea di pace e di aiuto umanitario. Chi fosse interessato a donare, potrà farlo anche tramite bonifico bancario intestato a Elpis nave ospedale O.N.L.U.S-iban: IT 91 N 02008 16404 000103138243.

La nave ospedale Elpis resterà nel porto di Marina di Pisa fino al 12 luglio e sarà aperta alle visite tutti i giorni dalle 19 alle ore 21. Un’occasione unica per  conoscere meglio il progetto Trapani per il terzo mondo.O.N.L.U.S.

Molto soddisfatta anche l’assessore Ylenia Zambito. “Siamo orgogliosi – commenta Zambito – che Elpis abbia scelto il porto di Marina di Pisa come tappa nel suo lungo e intenso viaggio. Il porto in questi anni è cresciuto molto e sta divenendo sempre più una realtà alla portata di tutti, partecipando a progetti, come questi, che ne esaltano la grandezza e la posizione strategica”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Pisa, al porto di Boccadarno sbarca la nave della solidarietà Pisa, al porto di Boccadarno sbarca la nave della solidarietà ultima modifica: 2015-07-11T00:04:13+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento