Altaroma sfila al Palaexpo. Quattro giorni di moda, arte e progetti speciali

Si presenta in veste rinnovata la XXVII manifestazione diAltaroma, vetrina della moda nella Capitale e vettore promozionale dell’eccellenza italiana. Intanto una nuova sede (quasi esclusiva) per le sfilate – il Palazzo delle Esposizioni in via Nazionale – che ospita per l’occasione anche mostre e altre iniziative, dal 10 al 13 luglio.

Novità anche per il programma, strutturato, ora, in tre sezioni: Fashion Hub, Atelier e In Town, ciascuna dedicata ad uno specifico settore del “grande mare” della moda. Altaroma Fashion Hub è orientata prevalentemente a progetti di scoperta e promozione dei giovani talenti e alla formazione, oltre ad eventi speciali e altri progetti; Altaroma Atelier con le sfilate o presentazioni di maison di couture, che hanno già partecipato alle passate manifestazioni, dei piccoli atelier e sartorie; infine, Altaroma In Town raccoglie le iniziative e le attività connesse alla moda che attendono la manifestazione per promuoversi e instaurare contatti utili al proprio business.

“Il nuovo CdA di Altaroma, – ha commentato l’assessore capitolino a Roma produttiva, Marta Leonori – a poco tempo dal suo insediamento, ha organizzato un manifestazione che rispetta le aspettative, creando un programma ricco e coinvolgente con presentazioni e sfilate di grandi Atelier, ma soprattutto ha lavorato per la nuova vocazione di AltaRoma: dare ampio spazio ai talenti, creando format innovativi dedicati all’incontro tra stilisti affermati e quelli emergenti. Le nuove generazioni di creativi hanno pochi spazi in cui dimostrare le proprie capacità ed è davvero un grande risultato aver ritagliato su di loro molteplici occasioni perché possano dimostrare quanto valgono. A questo si aggiunge la combinazione di appuntamenti che vedranno protagonista la città, con un palcoscenico creativo al Palazzo delle Esposizioni ed eventi in tutta Roma”.

Due i nuovi progetti inseriti nella sezione Altaroma Fashion Hub: 5+5 è un esperimento di mentoring ideato da Altaroma e Vogue Italia per favorire il sostegno di designer emergenti da parte di talenti ormai affermati e di successo. 5 talenti già affermati – Thomas Tait, Marco De Vincenzo, Nicholas Kirkwood, MGSM Massimo Giorgetti, Paul Andrew – scelgono 5 emergenti: Carlo Volpi, Maria Sole Cecchi, Fernando Jorge, Martine Rose e Matteo Lamandini. I lavori di tutti sono esposti insieme per tre giorni.

Ancora rivolto ai giovani che si avvicinano al fashion system è il secondo progetto, Portfolio Review: una giornata dedicata ai portfolio under 40 di studenti di scuole, designer con collezioni già attive, artigiani, fotografi e video artisti che hanno così l’opportunità di mostrare il proprio lavoro agli osservatori di Vogue, ospiti quest’anno dell’Accademia di Costume e Moda.

Altaroma conferma anche quest’anno il suo impegno nella formazione, con le sfilate delle creazioni degli studenti delle scuole e accademie di moda: l’Accademia Altieri Moda e Arte, l’Accademia di Belle Arti di Roma, l’Accademia Costume & Moda (Accademia Factory), l’Accademia Italiana, l’Accademia Koefia, l’Accademia di Moda Maiani, l’Accademia Nazionale dei Sartori, la Scuola di Moda Ida Ferri.

Nella sezione Altaroma Atelier, si concentrano le sfilate, le presentazioni e le installazioni della Maison della couture e dell’artigianato di lusso. Sulle catwalk di Palazzo delle Esposizioni, presentano le loro collezioni,: Curiel Couture e Balestra Couture. Ma anche Ettore Bilotta, Luigi Borbone e Sabina Persechino Rani Zahkem.

Altaroma In Town è una sorta di contenitore delle numerose iniziative che si svolgono in città durante Altaroma, come opening o presentazioni in boutique, mostre, esposizioni, installazioni, insomma tutto ciò che muove il businnes legato al sistema-moda.

9 su 10 da parte di 34 recensori Altaroma sfila al Palaexpo. Quattro giorni di moda, arte e progetti speciali Altaroma sfila al Palaexpo. Quattro giorni di moda, arte e progetti speciali ultima modifica: 2015-07-09T00:59:42+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento