Andata e ritorno in barca a vela dalla Basilicata all’Expo

Ottanta studenti lucani tra i 16 e i 18 anni e 20 accompagnatori sono arrivati all’Esposizione Universale di Milano per il passaggio di testimone: 40 ragazzi della provincia di Matera daranno il cambio a 40 coetanei del potentino a completamento del progetto “Sano è lucano”, educazione alimentare nelle scuole contro l’obesità.

“Dopo un’attività preparatoria ad aprile, sono partiti il 24 giugno da Policoro, a bordo di cinque barche a vela, facendo tappa in molte città, dove hanno diffuso le tradizioni alimentari lucane – ha dichiarato Giuseppe Romaniello, direttore di Apofil (Agenzia di Formazione della provincia di Potenza) -. La navigazione terminerà il 15 luglio e l’esperienza sarà diffusa nelle scuole lucane da settembre a novembre”.

Gli studenti avrebbero dovuto fare 4 tappe anche all’andata (Brindisi, Marina Sveva Montenero di Bisaccia, Ancona, Ravenna), ma dopo la prima, non sono riusciti a proseguire in modo continuativo per via del mare in tempesta. “Ripartiranno da Venezia, per il ritorno, fermandosi a Pesaro, San Benedetto del Tronto, Vieste, Otranto – ha sottolineato l’assessore alle Politiche di Sviluppo Raffaele Liberali -. Le previsioni meteorologiche sono buone, quindi i cinque equipaggi avranno la fortuna di fare l’intero tragitto in barca a vela”.

“Nonostante gli imprevisti del mare e del vento è un’esperienza che rifarei – ha osservato Alessio Pacifico, 17 anni, timoniere -. Ci siamo divisi a turno i compiti in modo efficace (qualcuno cucinava, qualcun altro puliva, altri apparecchiavano) e insieme abbiamo imparato a convivere e ad accettarci per quello che siamo”.

Laura Morano, 18 anni, non vede l’ora di imbarcarsi domani: “Ci è stata data una possibilità unica e irripetibile: rappresentare la Basilicata in Italia, trasmettendo le stesse abitudini alimentari che abbiamo ricevuto dai nostri genitori”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin