Milano, commercio, giurisprudenza e tecnologia insieme contro la contraffazione

Come proteggere gli operatori del settore food dalla contraffazione di marchi, prodotti e denominazioni geografiche? Come tutelare i consumatori dagli inganni dell’italian sounding? Come promuovere e tutelare gli operatori del settore food grazie alle nuove tecnologie? A queste e molte altre domande rispondono l’assessore al Commercio, Attività produttive Franco D’Alfonso e numerosi rappresentanti delle principali imprese alimentari nazionali in occasione di “Food, Tech & Law”: il convegno organizzato dallo Studio Legale Nunziante Magrone con il patrocinio del Comune di Milano, che si è svolto presso la sala Porta del Palazzo delle Stelline, in occasione di Expo 2015.

“Oggi il fenomeno del falso – spiega l’assessore al Commercio e Attività produttive Franco D’Alfonso – investe ambiti sempre più ampi, come design, farmaceutico, alimentare, cosmetici e persino i giocattoli, producendo situazioni di rischio sia per la salute sia per la sicurezza dei consumatori. I dati milanesi per il triennio 2011/2014 sono notevoli: sono stati sequestrati oltre 3.521.438 pezzi contraffatti, per un totale di 8.324 sequestri penali e ulteriori 30.720.278 pezzi per un totale di 45.851 sequestri amministrativi. Numeri che danno la dimensione esatta di un fenomeno lesivo sia per il nostro sistema produttivo sia per la proprietà intellettuale”. Come Amministrazione – prosegue D’Alfonso – siamo impegnati sin dal nostro insediamento a creare una sinergia che vede coinvolti tutti gli operatori che, a vario titolo, sono coinvolti nel contrasto ad un fenomeno che danneggia irreparabilmente l’economia del Paese e questo convegno si pone in sintonia con la nascita l’anno scorso, del Consiglio Milanese Anticontraffazione che rappresenta un punto di raccordo fra tutte le istituzioni e gli operatori che si occupano di contraffazione e proprietà intellettuale”.
Il convegno, organizzato con il sostegno di EF Finance&Investments e la collaborazione di Federalimentare, con il patrocinio di Expo, ha visto la partecipazione di molti top players e c-levels del settore Tech e Food italiano e internazionale, che si confrontano su tematiche e iniziative di elevato impatto internazionale.
Tra i relatori coinvolti rappresentanti di Federalimentare, Teradata, Eataly, Guardia di Finanza, Satispay, Ferrero, Zanetti, Bugnion, Università di Ferrara, Telespazio, oltre ai legali di Nunziante Magrone e del BroadLaw, delle soluzioni tecnologiche e giuridiche più all’avanguardia per la valorizzazione e la protezione del settore Tech e Food e del made in adottate in Italia, Inghilterra, Germania, Francia e Spagna.
Dal digital marketing alla brand awareness, dall’e-commerce all’e-payment, sino alle soluzioni più innovative per contrastare l’Italian Sounding e la contraffazione anche via web di marchio, di prodotto e di denominazione di origine. Il tutto esaminando anche le soluzioni giuridiche di Privacy, Information Technologies e Proprietà Industriale.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, commercio, giurisprudenza e tecnologia insieme contro la contraffazione Milano, commercio, giurisprudenza e tecnologia insieme contro la contraffazione ultima modifica: 2015-06-27T01:03:48+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento