Sono 27 su 108 esistenti i circoli dannosi del Pd romano

Renzi gioca alla playstationSono stati identificati dalla relazione di Fabrizio Barca, incaricato dal commissario Matteo Orfini di condurre la mappatura nella Capitale dopo lo scandalo delle tessere false. Un circolo su 4, dunque, rischia di chiudere i battenti in seguito al dossier stilato dal team di Barca, che definisce queste strutture “il circolo di qualcuno” o “l’arena di uno scontro di poteri”.

Tra questi ci sono anche degli “insospettabili”, come quello dell’Eur o quello di Testaccio. Due sono, invece, le strutture cosiddette “chiuse” e sono i circoli di Versante Prenestino e di Ostia Nuova. Quest’ultimo pochi giorni fa è stato sfrattato proprio per problemi con il canone d’affitto.

La mappatura del team guidato dall’ex ministro ha identificato altre 5 tipologie di circolo, oltre a quello “dannoso”. I più “virtuosi” sono i cosiddetti circoli-progetto. Si tratta di 9 strutture (Cesano, Donna Olimpia, Esquilino, Labaro, Laurentino Petroselli, Magliana, Ostia Antica, Ottavia Palmarola e Tor Sapienza) in cui “gli interessi generali dei cittadini vengono privilegiati rispetto agli interessi particolari e sono perseguiti costruendo progetti che coinvolgano i cittadini nella loro attuazione”.

Ventotto sono invece i circoli “ponte fra società e Stato”, che mobilitano i cittadini “ed incalzano l’amministrazione”. Sono 25 i circoli “di identità” caratterizzati da “iniziative rivolte all’esterno su temi prevalentemente di interesse nazionale”. I circoli meno “affidabili” sono invece 19, 17 cosiddetti “di inerzia” e 2 invece definiti “presidio chiuso”. Si tratta, in quest’ultimo caso, di “circoli segnati da forte degrado sociale ed istituzionale”.

Nella lunga relazione dell’ex ministro si sottolineano le “anomalie” dei circoli, già registrate durante la direzione romana del partito la settimana scorsa quando è stato approvato il nuovo regolamento per il tesseramento. In particolare si registrano “irregolarità” di iscrizioni in corrispondenza di votazioni o congressi. Inoltre il “38,3% degli iscritti non frequentano il circolo”. “Non dobbiamo mai abbassare la guardia – il monito di Barca -. Da situazioni disastrose ci si rialza e si rinnova”.

Orfini: “Chiuderemo i circoli cattivi” – “Incroceremo i dati del rapporto con i nostri sugli iscritti veri e falsi e poi prenderemo le conseguenze: circoli pericolosi o cattivi verranno chiusi e commissariati entro pochi giorni, massimo una settimana”. Lo afferma il commissario del Pd Roma, Matteo Orfini. “Non basta solo questo, ma è un pezzo del lavoro – continua – bisogna tagliare i rami secchi ma da questo rapporto emergono anche tanti circoli buoni”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Sono 27 su 108 esistenti i circoli dannosi del Pd romano Sono 27 su 108 esistenti i circoli dannosi del Pd romano ultima modifica: 2015-06-20T01:55:30+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento