Livorno, Villa Trossi Uberti tanti appuntamenti per l’estate

Anche in estate la Fondazione d’Arte Trossi-Uberti non va in vacanza.

Da sempre impegnata nel promuovere corsi d’istruzione in pittura, disegno e incisione, da fine giugno a inizio agosto la Fondazione ospiterà una serie di eventi culturali dedicati all’arte, alla musica e al teatro.

Dal 20 giugno al 5 agosto l’interno dell’ottocentesca villa a due passi dal lungomare di Ardenza (via Ravizza, 76) e il bellissimo parco circostante si trasformeranno in un salotto culturale in cui sarà possibile scoprire aspetti interessanti della Livorno di fine ‘800, approfondire tematiche legate all’arte contemporanea, assistere a rappresentazioni e ascoltare musica al fresco delle secolari alberature.

Una mostra documentaria su Pietro Mascagni allestita nelle sale ottocentesche della Villa celebrerà il 70° anniversario della scomparsa del celebre compositore livornese.

All’iniziativa promossa dalla Fondazione Trossi-Uberti hanno collaborato il Circolo Musicale Galliano Masini, la Compagnia Lirica Livornese e l’Associazione Pietro Napoli.

Ogni venerdì di luglio (in orario: 17.30 e 18) andrà in scena un ciclo di incontri a ingresso gratuito intitolato «I Venerdì di Villa Trossi. Cinque conversazioni d’arte». Il cartellone si aprirà il 3 luglio con un focus sulla villa: l’architetto Roberto Idà, Denise Ulivieri, docente di Storia dell’Architettura all’Università di Pisa e Anna Ventimiglia, specializzanda in Storia dell’Architettura all’Università di Pisa, moderati da Veronica Carpita, direttrice della Fondazione Trossi Uberti, ricostruiranno la storia di Villa Trossi, una dimora signorile nella Livorno cosmopolita tra ‘800 e ‘900.

Il 10 luglio, invece, sarà la volta di «Saluti da Livorno», un incontro con Giorgio Mandalis, presidente dell’Associazione culturale «Livorno com’era», moderato dalla giornalista e critica d’arte Alice Barontini, durante il quale saranno proiettate e commentate immagini delle più belle cartoline artistiche della Livorno d’inizio ‘900.

Il 17 luglio Fulvio Venturi, presidente del «Circolo Amici dell’Opera Galliano Masini», racconterà con «La Sabbia del Tempo», la Livorno dei primi del ‘900 tra arte e musica.

Il 24 luglio si continuerà a discutere di musica insieme al direttore d’orchestra e scrittore Federico Maria Sardelli che, moderato da Marco Lenzi, musicologo  e compositore, presenterà il suo romanzo «L’Affare Vivaldi»  (Sellerio 2015) e una selezione di musiche vivaldiane.

La manifestazione si concluderà il 31 luglio con «Arte e dono. Percorsi nel contemporaneo» insieme a Fabrizio Da Prato, artista e co-autore di «Love Project», Aurora Di Mauro, museologa e ideatrice del progetto «Settima Onda», Valerio Michelucci, artista e presidente dell’Associazione culturale «Parterre» e Gianni Pozzi, docente di Storia dell’arte contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Modera Veronica Carpita.

Al contempo la Fondazione d’Arte Trossi-Uberti propone corsi d’arte estivi per ragazzi e tre corsi per adulti: Pittura, decorazione e modellato, Nudo con modella  e Acquerello. Le iscrizioni sono ancora aperte.

Parallelamente a «I Venerdì di Villa Trossi» la Fondazione ospiterà un ulteriore ciclo di eventi (ingresso a pagamento) intitolato «Estate a Villa Trossi», organizzato  sotto la direzione artistica di Fulvio Venturi e a cura di «Circolo Amici dell’Opera Galliano Masini», «Associazione Pietro Napoli», «Compagnia Lirica Livornese», in collaborazione con «Associazione Vivi San Jacopo» e «Lirincanto».

Da giugno ad agosto si susseguiranno serate dedicate a Pietro Mascagni, concerti di lirica, melodie della belle époque, commedie, musica jazz e molto altro ancora.

La rassegna ha inizio sabato 20 giugno, in occasione della Notte Blu. Alle ore 20 s’inaugura la mostra documentariaPIETRO MASCAGNI, IL TEATRO, L’INCANTO (con il contributo di HDI Assicurazioni), organizzata dal Circolo musicale Amici dell’Opera “Galliano Masini” e dal CIRM (ordinatore Fulvio Venturi) nel 70° della scomparsa di Pietro Mascagni. Le opere di Pietro Mascagni (da Cavalleria rusticana che è la prima, a Nerone che è l’ultima) rivisitate in moltissime immagini di scena, manifesti, locandine con una particolare attenzione alle opere d’arte coeve alle quali possono essere riferite.

Alle ore 21.30 farà seguito la rappresentazione in costume dell’opera ZANETTO (organizzata dalla Compagnia lirica livornese), che vede impegnate il soprano Chiara Panacci e il mezzosoprano Laura Brioli e la pianista Laura Pasqualetti. Insieme saranno eseguite pagine pianistiche rare di Pietro Mascagni. Zanetto per il suo tenue soggetto (l’incontro casuale di una dama fiorentina e di un menestrello in una notte stellata) si presta a perfezione al raffinato ambiente di Villa Trossi (ingresso 10 euro).

Mercoledì 1 luglio, ore 21.30, va in scena ESTATE di Fulvio Venturi. Anche in questo caso si tratta di un tenue amore fra un ragazzo e una donna matura, nato in una estate lontana. Atmosfera dannunziana e rarefatta (infatti il lavoro è stato ideato come un Omaggio a Gabriele D’Annunzio) fra spiagge lontane, notti senza tempo, musiche primo-novecentesche (con Debussy in primo piano) e frammenti poetici dello stesso D’Annunzio tratti da Alcyone e Poema paradisiaco. Partecipano l’attrice Silvia Bagnoli, il soprano Maria Salvini e la pianista Angela Panieri (ingresso 10 euro).

Giovedì 2 luglio, ore 21.30, con la formula jazz, l’Associazione Pietro Napoli presenta CHET BAKER JAZZ NIGHT, serata-concerto dedicata al grande trombettista americano con Marco Bartalini, tromba, Nino Pellegrini, contrabbasso, Andrea Pellegrini, pianoforte e Marco Simoncini, batteria (ingresso 15 euro)

Mercoledì 8 luglio, ore 21.30, la serata sarà ancora focalizzata sulla musica di fine ottocento con il concertoMELODIE DELLA BELLE EPOQUE (organizzata dalla Compagnia lirica livornese), con la partecipazione del soprano Maria Salvini, del tenore Didier Pieri e della pianista Angela Panieri, tutti giovani interpreti. E’ infatti nelle intenzioni degli organizzatori di Estate a Villa Trossi anche quella di offrire a giovani cantanti e musicisti una platea ove misurarsi di fronte ad un pubblico competente. Durante questa serata si ascolteranno melodie di Francesco Paolo Tosti, Luigi Denza, Gabriel Fauré, Reynaldo Hahn, che hanno caratterizzato la fin-du-siècle ed influenzato positivamente la nostra cultura (ingresso 10 euro).

Mercoledì 15 luglio, ore 21.30, (a cura dell’associazione Lirincanto) si può assistere al concerto Un palco all’opera, con la partecipazione di rinomati cantanti fra i quali il soprano Alessandra Rossi Trusendi (ingresso 10 euro).

Mercoledì 22 luglio, ore 21.30, Simone Fulciniti presenta CIAKKE… Si gira! la sua commedia in vernacolo livornese che ruota attorno a questo argomento: l’arrivo di una troupe cinematografica a Livorno per girare un film. Fatto realmente accaduto. Intorno agli anni Novanta, una troupe arriva davvero: la città si mobilita e Livorno diviene un set cinematografico per un film che non vedrà mai la luce. Fulciniti, che in quella pellicola aveva un ruolo di primo piano, ripercorre la vicenda avvalendosi di numerose testimonianze. (Ingresso 10 euro). Alle ore 18, sempre a Villa Trossi, la rappresentazione di Ciakke… si gira! Sarà preceduta dalla presentazione dell’omonimo volume scritto da Simone Fulciniti.

Mercoledì 24 luglio, ore 21.30, con la formula jazz, l’Associazione Pietro Napoli presenta JULIETTE KELLY in CONCERT, la cantante inglese di origini afroamericane dalla inconfondibile voce in tour in Italia (Ingresso 18 euro).

Mercoledì 28 luglio, ore 21. 30, va in scena MODIGLIANI, di e con Michele Crestacci. L’atmosfera artistica che da sempre aleggia attorno a Villa Trossi ha suggerito la rappresentazione di questo fortunato ed esilarante racconto tragicomico della storia e delle passioni di Amedeo “Dedo” Modigliani, del suo rapporto con la amata/odiata città natale, con uno sguardo amaro sulla vita di provincia irragionevolmente orgogliosa delle sue debolezze (ingresso 10 euro).

Mercoledì 5 agosto, alle ore 21. 30, Estate a Villa Trossi infine, ricorda la figura di Pietro Mascagni a settanta anni dalla morte, avvenuta a Roma il 2 agosto 1945, con il concerto-evento MASCAGNANA. Un splendida cavalcata canora affidata alle belle voci di undici cantanti – i soprani Giselle Baulch, Valentina Boi, Marina Fratarcangeli, Rosa Perez Suarez, Arianna Rondina, Maria Salvini; i tenori Stefano Cresci, Angelo Fiore, Simone Nicola Mugnaini, Didier Pieri; il baritono Carlo Morini, accompagnati da una pianista di gran valore come Laura Pasqualetti – durante la quale si ascolteranno le più belle pagine di Mascagni, con alcune rarità ed una particolare attenzione a Nerone, l’ultima opera del Livornese, della quale ricorrono gli ottanta anni dalla prima rappresentazione, avvenuta al Teatro alla Scala il 16 gennaio 1935. Nella stessa serata sarà consegnato un riconoscimento a musicisti che si sono messi in luce nel corso di questi ultimi anni. Nella stessa serata si chiude la mostra documentaria Pietro Mascagni, il teatro, l’incantosponsorizzata da HDI Assicurazioni. La serata è a cura del Circolo musicale Amici dell’Opera “Galliano Masini” (Ingresso 10 euro).

Lascia un commento