La Cia Basilicata ad Expo Milano dal 12 al 18 maggio

La Cia della Basilicata sarà presente all’Expo di Milano dal 12 al 18 maggio prossimi nel Padiglione Italia dove la Confederazione Nazionale Agricoltori ha realizzato una specifica location e sarà protagonista di numerosi eventi alternando la partecipazione delle strutture regionali. E’ quanto si legge in una nota stampa. Sarà l’occasione per offrire ai visitatori una vetrina dell’eccellenza delle produzioni agricole locali e per riproporre le “ricette” sulle crisi di settore e i punti di debolezza dell’agro-alimentare lucano. Sarà l’occasione – continua la nota – di un confronto sulla ricerca e l’innovazione da cui il futuro dell’attività dei campi in Basilicata non può prescindere e quindi mettendo in rete i centri ed istituti di ricerca esistenti e l’Unibas con gli altri europei ed internazionali. Purtroppo qualcuno ha dimenticato che solo qualche anno fa Metapontum Agrobios a Pantanello di Bernalda era un centro che ci veniva invidiato persino oltre i confini nazionali. Costruire una nuova consapevolezza universale attorno alla questione alimentare, agricola e ambientale per restituire centralità agli agricoltori e dare valore alla terra – evidenzia la nota – è l’impegno che la Cia assume e porta avanti all’Expo 2015. Sei mesi di iniziative, di proposte, di eventi che sostanziano il progetto complessivo CiainExpo costruito su quattro assi fondamentali: la biodiversità, la cooperazione internazionale, l’affermazione di un agricoltura multiruolo, l’esaltazione delle identità per costruire una rete mondiale che si pone in alterativa alla globalizzazione intesa come omologazione. Con un’ambizione che è anche un impegno programmatico: proporre il modello italiano di agricoltura polifunzionale come indirizzo per lo sviluppo sostenibile.

9 su 10 da parte di 34 recensori La Cia Basilicata ad Expo Milano dal 12 al 18 maggio La Cia Basilicata ad Expo Milano dal 12 al 18 maggio ultima modifica: 2015-05-05T01:01:59+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento