Incontro a Scanzano Jonico su legalità

Il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, ha assicurato la sua presenza oggi alle 10.30, nella sala consiliare di Scanzano Jonico, alla riunione dei sindaci lucani convocata dal presidente dell’Anci, Salvatore Adduce, a sostegno della battaglia di legalità del sindaco Salvatore Iacobellis contro le minacce da lui ricevute nei giorni e nei mesi scorsi.

“Nessun sindaco, nessun amministratore pubblico, nessun imprenditore – afferma Adduce – deve essere lasciato solo di fronte alla minaccia della criminalità a qualunque livello. Per questo i sindaci, insieme al presidente della Regione, Marcello Pittella, al Prefetto di Matera, Antonella Bellomo, al viceministro degli Interni, Filippo Bubbico, vogliono solennemente manifestare la loro vicinanza e il loro impegno per la legalità”.

“La riunione sarà anche l’occasione – aggiunge Adduce – per esprimere il pieno sostegno alla decisione annunciata dal presidente Pittella di schierare la Basilicata sulla linea dell’apertura all’accoglienza dei migranti che, secondo le previsioni del Governo, nelle prossime settimane potrebbero sbarcare in Italia. La Basilicata, attraverso il suo presidente, ha espresso la disponibilità ad effettuare un grande sforzo raddoppiando il numero di migranti da ospitare. In tal modo, la nostra regione, assume un ruolo fondamentale e concreto in un momento molto delicato per l’area del Mediterraneo. Ai sindaci e alle comunità è richiesto uno sforzo positivo per rispondere con la solidarietà alla perdurante crisi che investe da anni questa zona del mondo. Ci sono tante realtà nei nostri comuni – conclude Adduce – che sono pronte a condividere la sfida lanciata dal presidente Pittella mettendo a disposizione un ricco ventaglio di competenze capaci di fare della intera regione Basilicata una capitale europea dell’accoglienza”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Incontro a Scanzano Jonico su legalità Incontro a Scanzano Jonico su legalità ultima modifica: 2015-04-17T01:28:36+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento