100 mila euro per migliorare il patrimonio zootecnico

“La selezione e il miglioramento genetico del patrimonio zootecnico hanno grande importanza economica per la competitività del comparto, in proposito la Giunta regionale ha impegnato 100mila euro destinati al sostegno degli allevamenti per i programmi di miglioramento strutturale”.

Lo comunica l’assessore regionale alle politiche agricole e forestali, Michele Ottati, a margine dell’approvazione della delibera relativa al “Sostegno al miglioramento genetico del patrimonio zootecnico lucano-anno 2015”. Il programma interessa il periodo che va dal 1° aprile al 31 ottobre. Ogni azienda richiedente può usufruire di una somma pari a 15mila euro spalmata nell’arco di tre esercizi finanziari.

“Le razze più produttive -aggiunge Ottati- sono il risultato di un lungo lavoro di generazioni di allevatori che hanno adottato rigorosi criteri selettivi nella scelta sistematica degli animali ritenuti migliori e idonei agli scopi economici dell’allevamento. Ma sono anche il frutto del lungimirante sostegno dell’istituzione pubblica consapevole che il progresso si ottiene attraverso un elevato livello genetico degli animali allevati e la realizzazione di un’ efficiente rete di supporto alla selezione. A tal scopo la Regione Basilicata mette in campo una serie di interventi articolati sulle diverse tipologie di specie e razze allevate nel territorio”. Queste le otto azioni operative previste: azione 1- miglioramento genetico negli allevamenti di bovini da latte; azione 2- miglioramento genetico negli allevamenti di bovini di razza Podolica; azione 3 -miglioramento genetico negli allevamenti di bovini di razza Chianina, Marchigiana, Romagnola, Limousine, Charolaise e Pezzata Rossa; azione 4- miglioramento genetico negli allevamenti bufalini; azione 5- miglioramento genetico negli allevamenti suini; azione 6 – miglioramento genetico negli allevamenti equini; azione 7- miglioramento genetico negli allevamenti ovini e caprini; azione 8 – miglioramento genetico negli allevamenti cunicoli. Possono beneficiare del contributo le aziende iscritte ai libri genealogici/registri anagrafici. I beneficiari devono possedere i seguenti requisiti al momento della presentazione della domanda di concessione del contributo: fascicolo aziendale aggiornato; iscrizione al libro genealogico/registro anagrafico; essere titolari di stazione di monta (solo per l’acquisto e il mantenimento di stalloni). Sarà possibile presentare la domanda di entro il prossimo 31 ottobre. Le modalità di presentazione sono riportate sul sito www.regione.basilicata.it> servizi on-line.

Lascia un commento